ComunicatiPrima pagina

Forza Italia: “emergenza ambiente dopo il blitz “Bios” – il sindaco solo ora convoca il tavolo con il Prefetto”

Il sindaco aspettava il blitz della Dda “Bios” per chiedere al Prefetto di Foggia Raffaele Grassi di convocare un tavolo tecnico sull'emergenza ambientale!

Il sindaco aspettava il blitz della Dda “Bios” per chiedere al Prefetto di Foggia Raffaele Grassi di convocare un tavolo tecnico sull’emergenza ambientale. È dal suo insediamento che come forze politiche di opposizione chiediamo a Miglio di valutare sempre in consiglio comunale tutte le iniziative di carattere ambientale: che cosa abbiamo ottenuto fino ad ora?
− Foreste di pale eoliche autorizzate sul nostro territorio,
− un progetto per la realizzazione di un mega impianto di compostaggio che non ancora viene revocato, nonostante la città non lo vuole e il consiglio comunale, che di fatto si è associato al netto no delle associazioni ambientaliste, si è espresso con la delibera di C.C. n 54/2018 deliberando di “Non voler realizzare e comunque di esprimere parere negativo in merito alla richiesta di realizzazione dell’impianto di compostaggio privato presentato dalla società Sagedil e/o successive compagini societarie”,
− una continua emergenza rifiuti che rende il paese degradato e sta dissanguando le casse comunali per gli alti costi di conferimento,
− un continuo nascondersi alle spalle delle istruttorie tecniche e giustificare il favore per la realizzazione dell’impianto adducendo l’impossibilità di contrastare i pareri tecnici, anche questi comunque messi in discussione dalle associazioni ambientaliste, quando sappiamo benissimo che i tecnici hanno il dovere di applicare le leggi ed i regolamenti approvati dalla politica e che gli interventi sul territorio si possono realizzare solo con il favore esplicito dei cittadini di cui l’amministrazione ne è solo la rappresentanza.
Tutto questo per evidenziare una politica negativa per la città, che nell’operare le scelte non ascolta e non rappresenta i cittadini, che dice una cosa e ne fa un’altra, che naviga a vista. Chiediamo al Prefetto che il tavolo si convochi a San Severo e in quell’incontro si discuta di tutta la questione ambientale che riguarda la nostra città: a partire dai piani ambientali mai presi seriamente in considerazione che vedono una parte di città che deve rispettare le regolamentazioni ambientali e la parte di espansione che non dovendolo fare potrebbe proporre gli stessi problemi di inquinamento affrontati per le aree urbane pianificate i cui interventi di ripristino (mai realizzati) giacciono nei piani di risanamento, per passare al mega impianto di compostaggio Sagedil e alla mancata attuazione della delibera di C.C. 54/2018, e per finire ai quanto emerso con il Blitz Bios.

Il Direttivo di Forza Italia San Severo

Altri articoli

Back to top button