Comunicati

“Forza Nuova: Italiano sei l’artefice del tuo destino. Se vedrai la tua Terra violentata non potrai che tacere!”

Come tutti sospettavano e Noi di Forza Nuova temevamo al Referendum di ieri, 17 Aprile, in merito al rinovo o meno delle concessioni di estrazione e sfruttamento già avviati su giacimenti di idrocarburi entro 12 miglia dalla costa, il così detto Referendum No Triv, non ha raggiunto il quorum necessario del 50 % + 1 degli aventi diritto al voto per la sua validità. Si è raggiunto il solo e vergognoso 32%.

Noi abbiamo cercato, contro ogni spudità di alcuni radical chic ambientalisti e contro i sarcasmi dei potenti, di svegliare la coscienza dlla popolazione italiana, per spingerla a rialzarsi e sputare in faccia a quei bastardi che, seduti nel palazzo o in qualche uffcio d’una Multinazionale, affamano il nostro popolo e ora, legittimamente anche, ne prosciugano ogni energia vitale, compresa quella energetica.

Non siamo qui a piagniucolare su ecologia e natura, siamo consapevoli della necessità di una gestione delle risorse petrolifere solo e solamente Statale, lo Stato nel solo interesse del Popolo Italiano e della Madre Patria può e deve gestire le risorse energetiche fossili sul teritorio Italiano, allo scopo di evitare sciacalaggi e pericoli per noi e l’ambiente, per poter avere in mano risorse da sfruttare poi, nello sviluppo tecnonogico e infrastutturale, per raggiungere una Autarchia Energetica che si conubbi con la sacralità della nostra terra.

Noi ci abbiamo creduto, ma vedere grandi centri abitati come Cerignola ragiungere il quorum del 25 % è una vergogna. Chi non ha la volontà di combattere non ha il diritto di lamentarsi. Torno a ripete che ognuno è l’artefice dle proprio destino, quindi se sgauzzerete in un mare di petrolio, se vedete la vostra pelle bruciare, se vi sentrete strigere la gola quando un medico vi renderà edeotti che in corpo vi scorre un male bastardo, quando un gruppo di uomini si arricchiranno e voi morirete di fame perché la vostra terra natia non è più fertile, dovrete rimanere consapevoli che i primi colpevoli di ciò siamo proprio Noi, perché siamo rimasti inermi e con la testa bassa come schiavi a poltrire belli sazi del pranzo che ci ha preparato la nonna.

Non mi vergogno nel dire che noi Italiani siamo un Popolo di Pecoroni, mettendo in mezzo anche me perché questo è il Mio Popolo e non me ne dissocio né nella cattiva né nella buona sorte, bensì mi riprometto di combattere, noi tutti di Forza Nuova ci ripromettiamo di combattere ancora con maggior vigore, per renderlo nuovamente fiero di se stesso, così come lo era un tempo ormai troppo lontano.

Ma non ci arrendiamo e Noi di Forza Nuova con voce alta ancora gridiamo: Guerra ai nemici della Mia terra!

Forza Nuova Puglia

Massimo Battaglino

Ufficio Stampa Forza Nuova Puglia e Basilicata

Altri articoli

Back to top button