ComunicatiIn evidenza

Gigi Marino entra ufficialmente in “Azione”

Il consigliere Comunale di San Severo Gigi Marino entra ufficialmente in Azione

Dopo una profonda riflessione mi sono deciso ad entrare in “Azione”, appoggiare Calenda e sposare la sua linea politica, anche se questo sembrerebbe il momento più sbagliato per lasciare il PD visti gli ultimi risultati elettorali, ma che a livello di scelte e di azioni politiche, non ultimo a livello nazionale avendo contribuito in parte all’affossamento del DDL ZAN, ha disatteso il mandato dei cittadini.

Salutare i democratici, dopo essere stato capogruppo, è stato doloroso ma necessario. Immergermi in questa nuova realtà, stato possibile grazie ai tanti ragazzi del gruppo di San Severo in Azione e al coordinatore Marco Infante , inoltre ringrazio la disponibilità dell’On. Angiola e del segretario regionale, grazie a loro ho deciso di approdare al partito di Calenda. La scelta è stata ponderata soprattutto perché “Azione” è un contenitore sano, costruito dal basso, dalla sincera impronta liberale e riformista. Azione ha sempre dimostrato di anteporre contenuti e proposteserie alla solita demagogia e al populismo, e che non ha esitato a schierarsi apertamente, tutte volte che lo ha ritenuto necessario, in battaglie serie e in opposizione alla politica malata che finora ci ha guidato.

Queste settimane passate nel PD di San Severo mi hanno mostrato qualcosa di grave; cioè invece di contribuire fattivamente allo sviluppo e al governo cella città, si è pensato solo a mantenere i rapporti di forza delle diverse correnti. Non ha dato alcun contributo, seppur piccolo, alla nostra città in balia della criminalità, senza lavoro e strozzata dalla crisi economica.
Purtroppo non possiamo constatare la crescita economica! Non c’è! E non solo non si vede, ma in questo nefando periodo oltre ad essere colpita che dalla pandemia è vessata anche dell’aumento delle materie prime.

Ha ragione Calenda nel libro appena uscito, quando dice: il Covid è “IL MOSTRO DI TUTTI I MOSTRI”, perché li ha materializzati tutti insieme.
Ma erano già tra noi. Dobbiamo affrontarli e sconfiggerli ora. Il tempo è finito!

Basta alla vecchia politica! Dobbiamo inaugurare una politica che viene dal basso. Dare nuovo slancio alle nostre identità e attraverso il Pnrr e la transizione ecologica! È il momento di un nuovo riformismo che metta in soffitto questa politica menefreghista, interessata solo alla propria riproposizione e faccia crescere il bene comune, che dopo il Covid significherà nuovo sviluppo sostenibile e inclusione sociale. Insomma, in una società che muta noi dobbiamo essere pronti in un quadro di riforme europee a cambiare questo lembo di Puglia costruendo con serietà politica, una visione capace di far rinascere realmente il nostro territorio!

Altri articoli

Back to top button