ComunicatiPrima pagina

GIORNATA DELLA MEMORIA 2022, all’Istituto Pestalozzi di San severo

La Giornata della Memoria, celebrata ogni 27 gennaio in gran parte del mondo, è una ricorrenza in cui l’umanità si prende l’impegno di riportare alla mente l’orrore dei grandi genocidi e condannare ogni forma di violenza dell’uomo sull’uomo. La data, istituita dall’Onu nel 2000 e poi adottata in Italia a partire dal 2005, coincide con quella dell’ingresso dell’Armata Rossa nel campo di sterminio di Auschwitz, il 27 gennaio 1945.

Quest’anno l’Istituto “E. Pestalozzi“ per celebrare questa giornata ha invitato il maestro Michele Monaco, che, su richiesta della prof.ssa Marina Carella e del Prof. Antonio Giuseppe BUbba , ha raccontato attraverso delle immagini e dei video il contesto storico vissuto dai sanseveresi in quel periodo. Il maestro Monaco, prima di iniziare il racconto di quel periodo storico nella prima C di Scienze applicate, ha chiesto a chi non fosse di San Severo di alzare la mano invitandoli ad uscire dall’aula e ha affermato: “In quest’aula ci devono essere solo sanseveresi”. Un ragazzo si è alzato e con atteggiamento costernato e arrabbiato si è avviato verso la porta, nello stupore di tutti i compagni della classe. Per fortuna il maestro lo ha fermato e lo ha rincuorato affermando che questo era solo un “esperimento”: “Però immaginate che ciò è accaduto realmente nelle scuole italiane  a dei ragazzi 77 anni fa, per il solo fatto di essere ebrei”. Questo è stato l’inizio di un racconto che ha emozionato tutti i ragazzi.  Da quel momento in poi i ragazzi hanno seguito con estrema attenzione i racconti del  maestro e la visione delle immagini storiche della città di San Severo di quel periodo.

Nel vedere i ragazzi attenti, emozionati e commossi durante le due ore di racconto, è proprio il caso di dire: E’ UNA GIORNATA DA RICORDARE …

Un’esperienza che andrebbe ripetuta in tutte le scuole per le emozioni che suscitano le immagini e i video della città di San Severo di quel periodo storico.

Grazie maestro Monaco.

                                                                                             Prof. Antonio Giuseppe Bubba

Altri articoli

Back to top button