Eventi

Oggi giornata mondiale dell’udito. L’Oms punta a prevenzione e intervento precoce

“Controlla il tuo udito” (Check your hearing) è lo slogan dell’edizione 2019 della Giornata promossa dall’Organizzazione mondiale della sanità per il 3 marzo.

“Controlla il tuo udito” (Check your hearing) è lo slogan dell’edizione 2019 della Giornata mondiale dell’udito promossa dall’Organizzazione mondiale della sanità per il 3 marzo. “L’idea di fondo è richiamare l’attenzione sull’importanza di identificare precocemente un’eventuale perdita dell’udito e intervenire in tempi brevi. Molte sono infatti le persone che vivono con un abbassamento dell’udito non identificato, mentre controllarsi è il primo passo per affrontare il problema”. La perdita di udito non trattata e invalidante in Italia comporta ogni anno costi pari a 24 miliardi di euro, che salgono a 185 miliardi se si considera tutta l’Europa. Si spendono, da noi, 7.700 euro all’anno per ogni persona affetta da tali disturbi. I costi sono legati al peggioramento della qualità di vita dei pazienti e all’aumento della percentuale di disoccupazione tra le persone che soffrono di ipoacusia. L’ipoacusia invalidante (cioè la perdita dell’udito superiore a 35 dB, secondo il Global Burden of Disease research group) da noi riguarda 4,8 milioni di persone, di cui 3,1 milioni restano senza alcun trattamento. E in Europa, solo una persona su tre utilizza apparecchi acustici o altre soluzioni per l’udito. Con una popolazione in costante invecchiamento, che vive sempre più a lungo e con una precoce perdita dell’udito dovuta a una maggiore esposizione al rumore, questa tendenza è destinata ad aumentare ulteriormente negli anni a venire. I dati arrivano da un nuovo ed esauriente rapporto scientifico, “Hearing Loss – Numbers and Costs” (Ipoacusia – Numeri e costi), i cui risultati saranno presentati il prossimo 6 marzo, proprio in occasione della Giornata Mondiale dell’Udito, in un dibattito al Parlamento europeo a Bruxelles, in Belgio. Il segretario generale Kim Ruberg, dell’organizzazione non profit hear-it Aisbl, che ha pubblicato il rapporto, sottolinea che “la perdita dell’udito non curata è un problema serio con un enorme impatto economico e sociale e che il controllo dell’udito e il trattamento per la perdita dell’udito sono vantaggiosi sia per l’individuo che per la società”. E suggerisce: “Se pensate di avere una perdita dell’udito, vi consiglio di farlo controllare. Se sospettate di avere problemi di udito, il consiglio migliore è di sottoporvi a un vero e proprio test dell’udito eseguito da un esperto”. In occasione del World Hearing Day 2019, l’associazione Nonno Ascoltami – Udito Italia Onlus, presieduta dal fondatore Dr. Mauro Menzietti e dalla presidente Valentina Faricelli, con il sostegno del Ministero della Salute ha promosso due iniziative a Roma. Giovedì 28 febbraio “Check your hearing – Tavoli di lavoro”, al Ministero della Salute, con la lettura del messaggio dell’Oms per la Giornata Mondiale dell’Udito di quest’anno, che ha parlato dell’importanza della diagnosi precoce nella lotta ai disturbi uditivi come impegno dei Governi mondiali e la partecipazione dell’Italia alla rete globale per la promozione della salute dell’udito, oltre all’attuazione della Risoluzione WHA70.13 adottata dall’Assemblea Mondiale della Sanità sulla prevenzione della sordità. Sotto la lente anche il ruolo delle associazioni nella difesa dei diritti dei deboli di udito, i problemi di equilibrio nell’anziano, e l’esperienza di “Nonno Ascoltami onlus”. Sul tema dell’udito, tra le attività dell’Istituto Superiore di Sanità, la sorveglianza Passi d’Argento e il monitoraggio dello screening audiologico neonatale. Il 1° marzo, nella aula Auditorium, si e’ svolto, con la partecipazione del Ministro della Salute Giulia Grillo, dei Direttori Ministeriali Dott. Claudio D’amario, Dr.sse Marcella Marletta e Serena Battilomo, della rappresentante del Dipartimento di Prevenzione dell’OMS Shelly Chada, il “Meeting degli esperti”, un momento di studio con i maggiori esperti italiani del settore, fra i quali il nostro concittadino Prof. Lucio Vigliaroli , moderati dal giornalista Luciano Onder che si sono confrontati sulle gravi patologie del nostro orecchio, per mettere a punto strategie di sensibilizzazione e prevenzione, presentando, alla fine della giornata, il “Manifesto della prevenzione” promosso dall’Oms. Il documento e’ stato sottoscritto da tutti i referenti scientifici e i rappresentanti istituzionali e sarà consegnato nella sede di Ginevra.

Altri articoli

Back to top button