ComunicatiPrima pagina

“GIUSEPPE LUIGI IANNETTI, MANAGER DI SE STESSO”. LA SORELLA LUCIANA DICHIARA IL SUO AFFETTO INCONDIZIONATO

Giuseppe non è solo un maestro di ballo...

Giuseppe Luigi IANNETTI sta rientrando dalla 72esima edizione del Festival di Sanremo

“Giuseppe non è solo un maestro di ballo ed una persona che riserva attenzioni al mondo dello spettacolo, ma ha anche un lato umano che non tutti conoscono. Mio fratello oltre ad essere dedito nel sociale, rivolge cure ed attenzioni soprattutto verso nostra madre attraverso un amore profondo ed incommensurabile, proprio come solitamente accade per ogni figlio. Tengo però a precisare che lui le dedica numerose attenzioni ed in modo particolare. Lui stira, lava e pensa al giusto abbinamento di abiti ed alla capigliatura più adatta per ogni occasione, senza aiuti da parte di nessuno. Lo ammiro perché è manager di se stesso sul versante professionale, mentre su quello casalingo, sa preparare dei ragù deliziosi e cucina le orecchiette la domenica quando nostra madre non si sente bene. Tra me e lui intercorrono due anni di differenza. Anche se possediamo due caratteri diversi, e seppur entrambi abbiamo due modi di agire abbastanza estrosi ed originali, siamo accomunati dall’amore per la famiglia e la cura verso le cose semplici, come preparare un buon Pan di Spagna”, racconta Luciana che con emozione prosegue ancora informandoci su Giuseppe Luigi.

“Mio fratello, fin da piccolo, ha sempre avuto una passione per la moda, per l’eleganza e per tutto ciò che è scintillante; lui riesce ad abbinare con facilità un semplice gilet ad un paio di mocassini, o presta attenzione ai dettagli per le calzature che accompagnano ogni sua performance. Inoltre provvede da solo alla scelta delle pettinature e, come truccatore ed acconciatore, penso che sia davvero bravissimo”.

“QUALI VALORI LO CONTRADDISTINGUONO MAGGIORMENTE?”
“Innanzitutto l’amore, l’umiltà e la serietà nell’inseguire i propri ideali, soprattutto rispettando il prossimo. Tali valori sono stati inculcati, quali fonte educativa, insieme alla religiosità, dai nostri genitori. Oggigiorno non sempre si ritrovano educazione e rispetto verso il prossimo”.

“HAI DEI RICORDI CHE TI PIACE RAMMENTARE?”.
“Ricordo ancora come fosse ieri quando, da piccoli, a Torre Pedrera, una frazione di Rimini, io ne combinavo di tutti i colori perché ero una bambina molto vivace e peperina e se la mamma mi doveva dare una sberla, arrivava subito lui a difendermi”.

Luciana intesse elogi nei confronti del fratello e puntualizza il fatto che spesso, l’estrosità può diventare fonte di critica, soprattutto laddove la mentalità può non risultare proprio larga di vedute.

“Giuseppe è il ragazzo che tutte le mamme vorrebbero per le proprie figlie, ma non perché prepara dalla pasta fatta in casa, al ragù domenicale o perché ha molta cura per le faccende domestiche; la cosa più importante è che non lascia mai da sola nostra madre. Lei nel 2019 si è trovata ad un passo dalla morte, in quanto ha avuto un’embolia polmonare e gli emboli sono partiti dalle gambe risalendo fin verso i polmoni, perforando ed ostruendo due vie sanguigne. Mentre io ero incinta della mia seconda figlia, dopo 10 lunghi anni di sofferenza e tentativi, e non sempre potevo entrare nel reparto dove stava ricoverata nostra madre, lui invece, anche se arrivava la sera tardi, entrava in reparto e le portava sempre e semplicemente un fiore. Quel gesto racchiude e rappresenta mio fratello che per me è unico e speciale, come l’affetto che nutro per lui”.

Luciana conclude con commozione perché questo articolo vuole essere una sorpresa per suo fratello, encomiando la sua profonda generosità.
Spesso sottovalutiamo quanto sia importante non solo la vicinanza affettiva, sia verso i propri cari che verso gli amici più affezionati.
A volte invece bastano, poche e semplici parole racchiuse in un “Ti voglio bene”, scritto o detto a voce… non importa.
Ciò che conta è ricordarlo e ribadirlo, accompagnandolo con il rispetto verso le altrui emozioni.

Giuseppe Luigi IANNETTI sta rientrando dalla 72esima edizione del Festival di Sanremo, dove ha condotto diversi appuntamenti collaterali.
La sorella Luciana gli dedica questo pensiero d’amore fraterno, in attesa della sua risposta.

Altri articoli

Back to top button