ComunicatiIn evidenza

GLI 80 ANNI DI FRANCO NERO: UN SANSEVERESE CHE CONTINUA AD ONORARE IL CINEMA MONDIALE

FRANCESCO SPARANERO, in arte FRANCO NERO, ha compiuto il 23 novembre scorso 80 ANNI…ma fisicamente è quasi uguale a quando ne aveva la metà. Nato alla periferia di Parma il 23 novembre 1941– ma vissuto per tanti anni a San Severo — è figlio di carabiniere e dunque è…FEDELE nel tempo alle sue convinzioni, è generoso e legato a chi lo ama, testardo ma sempre leale. Con un diploma di ragioniere in tasca sente da giovanissimo l’attrazione per il cinema, cosa che lo porta in fretta a Roma dove sembra a tutti un americano, con gli occhi azzurro ghiaccio, i lineamenti scolpiti ed il fisico atletico. Lo nota JOHN HUSTON che sta girando a Cinecittà una colossale «Bibbia» prodotta da DINO DE LAURENTIIS e gli affida la parte di ABELE, il buono. Ha debuttato nel cinema nel 1962 con particine in film d’autore e in altri minori e senza pretese. Lo vede poi SERGIO CORBUCCI e lo chiama a impersonare DJANGO (1966), il pistolero senza pietà che rende il film omonimo un mito di culto e uno scandalo d’epoca per la violenza straripante. Ha lavorato in più di 150 film e in un centinaio di apparizioni televisive. Negli anni ‘60 si traveste anche da Paladino alla corte di Re Artù in ‘Camelot’ dove incontra VANESSA REDGRAVE, la donna della sua vita, che impersona la regina GINEVRA. NERO si conferma anche attore di grande sensibilità in Italia grazie a ELIO PETRI (Un tranquillo posto in campagna), TINTO BRASS (La vacanza) e soprattutto DAMIANO DAMIANI che con ‘Il giorno della civetta’ inaugura un vero genere di cinema civile e gli fa vincere il David di Donatello. Ormai protagonista riconosciuto, NERO conosce negli anni ’70 un successo che pare inarrestabile e mette le basi per una carriera che non avrà più interruzioni. Negli anni ’80 FRANCO NERO sceglie più spesso la televisione che gli porterà una seconda giovinezza. E lo stesso accadrà nel decennio successivo quando accompagna il figlio GABRIEL nei suoi primi passi come regista (L’Escluso) o il giovane Pappi Corsicato in ‘Chimera’. La sua vita privata è un curioso cocktail di uragani e serenità: ha avuto tre figli da tre donne diverse, ha virtualmente sposato due volte la stessa (VANESSA REDGRAVE, amata e lasciata alla fine degli anni ’60, sempre presente nella vita artistica di FRANCO e poi sposata per davvero e in gran segreto nel 2006).

NELLA FOTO A CORREDO, DA SINISTRA: GIUSEPPE CLEMENTE, GIORGIANA CRISTALLI, GIANFRANCO SAVINO e FRANCO NERO.

RUBINO20x20_postpubblicitario-02

Altri articoli

Back to top button