ComunicatiIn evidenza

Gli spumanti di D‘Araprì alla cena di apertura per i leader del G7 in Puglia

Gli spumanti di D‘Araprì accompagneranno, insieme ad altri vini pregiati, i piatti degli chef Massimo BOTTURA e Vincenzo ELIA che i leader del G7 degusteranno in Puglia a Borgo Egnazia.
Il cerimoniale di Palazzo Chigi si è affidato a Riccardo COTARELLA, Presidente mondiale degli enologi.
Solo pugliesi alla cena d’apertura: spumanti di D‘Araprì Gran Cuvée XXI Secolo 2017 e Carvinea Eliele Metodo Classico Brut Rosé 2013, il bianco Donna Augusta Salento 2021 (Fiano, Verdeca, Chardonnay) di Vespa Vignaioli per Passione, la cantina di Bruno Vespa, e il rosso Es Salento 2019 di Gianfranco Fino (Primitivo).
Altri 27 pugliesi saranno degustati nel borgo.
I capi di Stato riceveranno in regalo il Giulio Ferrari Riserva del Fondatore, icona in bottiglia della famiglia trentina Lunelli. Per i potenti, a cui il protocollo impedisce di toccare alcol, sarà donata una serie di bottiglie di Cedrata e Tonica Tassoni.
Ai pranzi saranno presenti inoltre i rossi italiani più noti nel mondo, tra cui la star del Brunello di Montalcino.
I leader della Terra brinderanno con le bollicine di Bellavista Franciacorta Riserva Vittorio Moretti 2016, Villa Sandi Valdobbiadene Superiore Di Cartizze La Rivetta 2023, Cantina della Volta Metodo Classico Rifermentato In Bottiglia 2023, Forcirola Retrò Metodo Classico Rifermentato In Bottiglia Da Uve Lambrusco e Marcalberto Alta Langa Millesimato Extra Brut 2020.
Per i passiti stravince Pantelleria con Ben Ryé 2022 di Donnafugata e Abraxas 2008 (Don Achille), seguiti dall’Albana Scaccomatto 2022 della romagnola Zerbina.

Altri articoli

Pulsante per tornare all'inizio