Prima paginaSport

GRANFONDO DEL VULTURE – 1° POSTO PER L’ASD AMICI IN BICI SAN SEVERO

Anche quest’anno L’A.S.D. “AMICI IN BICI SAN SEVERO” ha vinto il primo premio di

squadra, alla 19° Gran Fondo del Vulture tenutasi a Rionero in Vulture il 5 giugno scorso, riservata ai cicloamatori iscritti alle federazioni ciclistiche.

La gara si è sviluppata su due diversi percorsi; il primo, di 119 km. per un dislivello di 2180 metri riservato ai ciclisti più esperti, il secondo di 82 km. ed un dislivello pari a 1350 metri, prerogativa di tutti gli altri cicloamatori.

Un terzo percorso è stato riservato ai cicloturisti che hanno preso parte alla manifestazione per il semplice gusto di percorrere le bellissime strade del Vulture, attraverso verdeggianti boschi e centri abitati di caratteristica fattura.

La competizione, molto impegnativa, postula una discreta preparazione di base, in quanto il percorso – cosiddetto mangia e bevi – è costituito da diverse salite che si susseguono in un continuo saliscendi che mette a dura prova le capacità di resistenza degli atleti.

Un successo che premia la diuturna pervicacia dei singoli soci che hanno programmato la partecipazione alla Granfondo, con estenuanti sedute di allenamento sulle strade della nostra Provincia e che non hanno nulla da invidiare ai più tortuosi percorsi della Basilicata.

Alla fine, dopo la premiazione ed il ritiro del pacco gara, tutti gli atleti ed i loro familiari hanno pranzato sotto i padiglioni allestiti all’interno dell’atrio del palazzo Comunale di Rionero in Vulture, a base di spezzatino della zona, vino Aglianico del Vulture, ed altre specialità tipiche.

In ossequio al puro spirito sportivo che anima questo tipo di competizioni, che prevede tanta fatica, divertimento e voglia di arrivare al traguardo.

Prossimo appuntamento un classico per l’A.S.D. “AMICI IN BICI SAN SEVERO”, l’11 giugno p.v. sulle Dolomiti, tra le cime che hanno reso celebri i più grandi campioni del Ciclismo ed un paesaggio unico al mondo, tanto che dal 26 giugno 2009 sono state inserite dall’UNESCO – l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura – tra i beni Patrimonio Naturale dell’Umanità.

LUIGI CENTUORI

Altri articoli

Back to top button