CronacaIn evidenza

“GRAVE OFFESA AL BUON NOME DELLA CITTA’“ l’atto intimidatorio al sindaco

La GAZZETTA cartacea che arriva in queste ore agli abbonati e nelle edicole reca in prima pagina questo titolo su quattro colonne: <<LA DIA CONFERMA AL PARLAMENTO...SAN SEVERO SNODO DI CRIMINALITA’>>. Un casuale e preoccupante presagio su ciò che è accaduto e che è ormai notizia di dominio pubblico. Un plico con tre proiettili indirizzato al nostro Sindaco FRANCESCO MIGLIO è stato recapitato in forma anonima all’Ufficio Protocollo di Palazzo Celestini. L’ignota e vigliacca mano delinquenziale ha offeso così tutta la Città, colpendo la dignità di una marea di gente civile e laboriosa che si sforza da tempo immemore di collaborare con le Forze dell’Ordine per eliminare quellasacca di feccia umana che ammorba tuttora questa terra. Mentre continuano gli assalti al patrimonio privato locale a ritmo cadenzato, dunque, si ripetono anche gesti criminosi contro la massima Istituzione di casa nostra, atteso che, non molto tempo fa, il Sindaco fu minacciato pesantemente, così come alcuni altri amministratori comunali nel recente passato e con un coltello il personale dell’Ufficio Servizi Sociali di recente. E’ una striscia di delinquenza che, per l’onorabilità di San Severo al cospetto dell’intera Italia, va stroncata a qualunque costo con un’azione di repulisti ancora più dura di quella già instaurata da tutte le Forze dell’Ordine di stanza in loco. Per completare il quadro della situazione già delicata, ricordiamo che il nostro Primo Cittadino – al quale ovviamente giriamo la solidarietà convinta di tutta la grande Famiglia della nostra GAZZETTA — è da tempo sotto scorta su decisione del Prefetto di Foggia. Una pattuglia armata lo preleva a casa ogni giorno, lo segue in tutti i suoi spostamenti e lo riaccompagna a casa. Non è giusto che per servire la Comunità si debba rischiare la pelle, mettendo a repentaglio anche quella delle persone più care. Nelle scorse ore quest’ultimo vile atto intimidatorio ha catapultato ancora il nome della Città agli onori della peggiore cronaca nazionale e locale. Non sarebbe male per questo convocare un CONSIGLIO COMUNALE MONOTEMATICO sull’<<eterno>> problema dell’ordine pubblico e della sicurezza. Intanto, chiediamo a nome della nostra gente che il Governo provveda a rendere più adeguati e corposi gli organici di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza, al fine di poter tenere ancora di più e meglio sotto controllo questo territorio con il fine ultimo di sradicare la criminalità ed il più bieco malaffare. SENZA INUTILI GIRI DI PAROLE: È CIÒ CHE TUTTA LA GENTE PERBENE DI QUESTA TERRA CHIEDE DA SEMPRE!  

LA REDAZIONE

rubino energas

Altri articoli

Back to top button