Prima pagina

I consigli per organizzare un trasloco internazionale durante la pandemia

La pandemia ha imposto inevitabilmente delle modifiche nella vita di tutti i giorni di ognuno di noi, senza risparmiare purtroppo eventi più complicati e stressanti come ad esempio il trasloco. Infatti, se prima la difficoltà di un cambio di abitazione era dettata in primis dal trasloco in sé, ora in questo procedimento bisogna tenere a mente anche le disposizioni sanitarie che, se violate, possono far incorrere in multe. Ecco perché, per esempio, se si trasloca in un altro paese bisognerà controllare le norme vigenti in materia di circolazione, dettate a loro volta dalla gravità del contagio.

Informazioni pratiche sui traslochi internazionali

Questo discorso sta in piedi ancora di più se si parla di un trasloco internazionale, cioè oltre i confini del proprio paese dove con tutta probabilità ci sono disposizioni di cui non si è affatto a conoscenza. Trasferirsi all’estero è già di per sé un passo particolarmente complicato, motivo per il quale spesso la cosa più intelligente da fare è affidarsi a ditte specializzate che si occupano di trasloco internazionale e di tutte le relative procedure burocratiche. Il costo di un trasloco all’estero ovviamente è variabile in base al volume degli oggetti trasportati, alla modalità di trasporto e alla destinazione finale.

Ad esempio, per un trasloco in Germania si spendono dai 650 fino ai 4.000 euro, mentre la media di prezzo scende in Francia (500 euro), Spagna (600 euro) e Austria (850 euro). Per quanto riguarda le tempistiche, anche queste dipendono dai fattori sopra elencati: di solito nei paesi europei se la si può cavare in tempi rapidi, tra i 2 e i 10 giorni, mentre se si deve cambiare continente si arriva anche a 15-20 giorni con prezzi ovviamente più alti.

 I consigli per affrontare il trasloco al meglio

Come già accennato, il trasloco è un procedimento che inevitabilmente porterà stress, sia perché implica un cambiamento profondo nella propria vita sia perché è fisicamente stancante. Quando ci si prepara a trasferirsi è importante liberarsi di tutti gli oggetti che non sono necessari, per limitare il più possibile la quantità di cose che si dovranno trasportare; una volta fatto questo, il consiglio è quello di fare un inventario il più organizzato possibile dei propri averi e acquistare tutti i materiali necessari per il trasloco.

Le operazioni di imballaggio vanno effettuate per tempo ed è importante cominciare dagli oggetti di cui non si ha bisogno nell’immediato, posizionando quelli più pesanti in basso e quelli più leggeri in superficie. Per il trasporto affidarsi a una ditta specializzata senz’altro semplifica la vita, ma traslocare sarà inevitabilmente un passo molto faticoso: è bene armarsi di tanta pazienza e non lasciarsi scoraggiare da eventuali intoppi o prolungamenti nelle tempistiche.

Altri articoli

Back to top button