Prima paginaSport

I conti si fanno alla fine. Manca ancora un… capitale di punti. Eurobasket 98 – Allianz Pazienza 91

La trasferta romana dell’Allianz Pazienza non porta frutti. Al Palasport di Guidonia è l’Atlante Eurobasket ad aggiudicarsi il referto rosa: 98 – 91 finale. Per vincere contro la squadra di Damiano Pilot sempre concentrata, bisognosa di punti e costantemente abituata a giocare una pallacanestro frizzate e di qualità – basti vedere le performance monstre di Pepe 32, Hill 19, Fanti 17 e Baldasso 13 – sarebbe servita una gara al limite della perfezione balistica, proprio come è successo questa sera ai ragazzi di Damiano Pilot. Analizzando la partita, l’Allianz Pazienza non ha giocato male ed ha prodotto fuori casa più di novanta punti che sintetizzano come il solito marchio di fabbrica dei Neri, tutto forza di volontà e “team spirit”, non sia mancato nemmeno nella trasferta romana. A sottolinearlo, più che i numeri, sono le prestazioni molto positive di Dalton Pepper (ancora una volta, uno dei migliori in campo con 28 punti), buonissima la prova di Lorenzo Tortù 24, così come di Samuele Moretti 15 e Ty Sabin 11, tuttavia il tutto non è bastato per la vittoria che, in chiave classifica, avrebbe significato moltissimo.
Ribadiamo con convinzione che l’umore, soprattutto in questo momento, non può (e non deve!) essere negativo. Chi veste la casacca giallonera ha le capacità di rialzarsi perché trova la forza nel pubblico pronto a scendere in battaglia al fianco della Cestistica in ogni circostanza. Dunque, nessun segno di cedimento anche perché manca ancora un capitale di punti ed i bassi fondi non sono vicinissimi. I conti si fanno alla fine. Si lotta e non potrebbe essere diversamente.
LA GARA – Ecco i quintetti: Pepe, Fanti, Ulaneo, Carroll, Hill contro Sabin, Pepper, Piccoli, Tortù e Moretti. Si inizia a ritmi veloci, San Severo segna subito (e solo) col solito Sabin, mentre l’Atlante preferisce andare sotto il ferro e produrre punti con i centimetri di Hill. A metà quarto, dopo le bombe dei rispettivi ‘bomber’ Sabin da una parte e Pepe dall’altra e le interessanti trame delle squadre, la Cestistica regge, senza troppi affanni, alle folate dei padroni di casa: 24 – 23 il parziale di un quarto assolutamente equilibrato. Sei punti consecutivi da tre punti di Baldasso prima e Pepe poi; inizia col boom la seconda decina di Roma che costringe coach Luca Bechi a sospendere il gioco e strigliare i suoi. Immediatamente dopo, arrivano unicamente tiri da parte dei gialloneri da oltre i sei metri, ma le conclusioni sbattono tutte sul ferro per poi invertire completamente la rotta e produrre punti preziosi con Pepper e Tortù che, a suon di semplici giocate, porta i suoi al sorpasso sanseverese. Roma riorganizza le idee nel timeout e da lì arriva il controsorpasso grazie alla tripla sulla sirena di Pepe. 46 – 44. Pronti via, sei punti dell’Atlante per provare a scuotere la partita ed indirizzarla verso i binari giusti, tuttavia la Cestistica non si lascia intimidire dai canestri avversari e, molto diligentemente, fa la sua partita anche se, per ottenere la vittoria finale, bisogna necessariamente aumentare i giri del motore ed essere particolarmente attenti in difesa considerata la precisione dei giocatori laziali, uno su tutti Pepe. Al terzo periodo il parziale è di 73 – 65. Simone Pepe, più di tutti, è incontenibile ed è grazie a lui se Roma viaggia con percentuali elevatissime. Dall’altra parte, la Cestistica San Severo non ha la minima intenzione di cedere il passo e, prepotentemente, morde le caviglie dei suoi avversari attraverso giocate corali ed un Dalton Pepper in versione super per il -2. L’onore degli uomini di Bechi – e di un quintetto che anche oggi ha dimostrato il suo valore – deve inchinarsi a Roma e le sue, notevolissime, statistiche. Il finale: 98 – 91.
PROSSIMO APPUNTAMENTO – Tra sette giorni, al “Falcone e Borsellino” arriva la corazzata di coach Alessandro Ramagli. Salto a due tra Allianz Pazienza vs Tezenis Verona previsto per domenica 27 alle ore 18.
IL TABELLINO – Atlante Eurobasket Roma – Allianz Pazienza San Severo 98-91 (24-23, 22-21, 27-21, 25-26)
Atlante Eurobasket Roma: Simone Pepe 32 (3/6, 7/14), Kyndahl Hill 19 (6/8, 0/0), Eugenio Fanti 17 (5/7, 1/2), Lorenzo Baldasso 13 (0/3, 4/7), Scott Ulaneo 9 (4/7, 0/0), Jeffrey Carroll jr 6 (3/6, 0/3), Kenneth Viglianisi 2 (1/1, 0/1), Matteo Schina 0 (0/0, 0/0), Leonardo Pavone 0 (0/0, 0/0), Alessio Croce 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 18 / 27 – Rimbalzi: 32 10 + 22 (Scott Ulaneo 11) – Assist: 8 (Kenneth Viglianisi 3)
Allianz Pazienza San Severo: Dalton Pepper 28 (7/9, 3/8), Lorenzo Tortu 24 (9/13, 0/3), Samuele Moretti 15 (7/12, 0/0), Ty Sabin 11 (2/6, 2/5), Michele Serpilli 8 (2/3, 1/4), Gabriele Berra 3 (0/0, 1/3), Matteo Piccoli 2 (1/3, 0/1), Antonino Sabatino 0 (0/1, 0/1), Goce Petrushevski 0 (0/0, 0/0), Tommaso De gregori 0 (0/0, 0/0), Alessandro Bertini 0 (0/0, 0/0), Matteo Chiapparini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 18 – Rimbalzi: 32 11 + 21 (Lorenzo Tortu, Samuele Moretti 8) – Assist: 13 (Dalton Pepper 5)
Foto: Marika Torcivia

Ciro Mancino
Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo

Altri articoli

Back to top button