ComunicatiPrima pagina

I RECORD DI AMADEUS AL FESTIVAL DI SANREMO 2022

Vincono Mamhoud e Blanco. Con Giannetta l’orgoglio foggiano all’Ariston

Il Festival della canzone italiana dei record di ascolti televisivi la settantaduesima edizione 2022 che ha sancito il trionfo di Amadeus nella duplice veste di conduttore e di direttore artistico. Una platea, quella dell’Ariston che per cinque serate tra standing ovation e partecipazione attiva ha riscaldato i cuori di tutti preparando l’Italia ad una nuova fase post covid, ossia il momento della ripartenza. Un festival dei record anche per le co-conduttrici che Amadeus ogni sera ha voluto al suo fianco: Ornella Muti, Drusilla Foer, Lorena Cesarini, Maria Chiara Giannetta, Sabrina Ferilli. Il Festival si apre con Achille Lauro che si presenta sul palco a torso nudo e compiendo il gesto dell’autobattesimo, azione che provoca la reazione immediata del Vescovo di Ventimiglia-Sanremo, Mons. Antonio Suetta che scatena una polemica circa i riferimenti dissacratori sui simboli della religione cristiana. A rubare la scena, per dirla così, ad Amadeus è il mitico Fiorello con le sue esilaranti battute infiamma l’Ariston. Drusilla Foer, anche lei con gli schetch con Amadeus scatena una ventata di eleganza, di performance, di simpatia, di intelligenza e di sottile e sagace ironia; Ornella Muti, icona del cinema italiano, anche lei elegante e raffinata si destreggia bene nella veste di co-conduttrice; Lorena Cesarini che racconta la sua storia, giovane donna di colore che inscena un monologo contro il razzismo; Maria Chiara Giannetta, l’attrice foggiana protagonista della serie televisiva “Blanca”, che porta a Sanremo l’orgoglio della Puglia e poi nella serata finale Sabrina Ferilli, sicura e disinvolta davanti al pubblico dell’Ariston. La canzone vincitrice “Brividi” di Mamohud e Blanco era stata data per vincente sin dalla prima sera apparendo in cima alla classifica generale. Da sottolineare le performance di alcuni “mostri” sacri della canzone italiana: Iva Zanicchi, Gianni Morandi e Massimo Ranieri che hanno, ancora una volta, mettersi in gioco e “osare” il palcoscenico dell’Ariston. Morandi, infatti, si è classificato al terzo posto dietro Elisa che è tornata a Sanremo dopo 21 anni e la coppia vincente Mamohud e Blanco. Amadeus in questa edizione del Festival della canzone italiana ha superato se stesso: è stato il mattatore indiscusso, l’uomo dei record di ascolti assoluti, ma ora spenti i riflettori del palcoscenico bisogna pensare al prossimo anno. Sarà la volta di una donna? Chissà, ora è troppo presto per dirlo. Attendiamo.

Altri articoli

Back to top button