ComunicatiPrima pagina

“iArrived srls” UNA NUOVA STARTUP PER I GIOVANI MICHELE DE MEO E ALESSANDRO SACCO

L’AMICIZIA spesso abbatte le frontiere e, quando si tratta di giovani ragazzi che tentano di farsi strada da soli, ogni barriera non regge dinanzi all’intraprendenza ed alla vitalità di chi è in gamba.

Michele DE MEO e Alessandro SACCO sono due giovani imprenditori che hanno pensato di creare una nuova startup, “iArrived srls”.

Si tratta di un servizio di consegna a domicilio, comunemente chiamato food delivery.
La nuova startup è nata dall’aspirazione dei due giovani imprenditori, Michele DE MEO, sia CEO che Fondatore, e Alessandro SACCO, co-fondatore.

“Abbiamo deciso di far conoscere il food delivery nei paesi dove ancora non era presente; quindi di ampliare i servizi delle attività che decidono di convenzionarsi al servizio, infatti
siamo in cerca di ‘riders’ su San Severo, in modo tale da poter disporre di una rete di riders in grado di coprire l’intero paese. La disponibilità è garantita 7 giorni su 7 dalle ore 20:00 alle 23:00. I clienti potranno scegliere, nelle attività convenzionate al servizio, tutti i prodotti messi a disposizione attraverso la nostra web app, al link www.iarrived.it. A breve usciremo con la nostra app sia per Android che per IOS”, dichiarano i due giovani imprenditori.

“L’attività ha la possibilità di convenzionarsi al servizio in due modi:
– come VETRINA, ossia questa modalità permette di essere presente sulla nostra PIATTAFORMA, ma di effettuare le consegne arrivate, sempre tramite la piattaforma, con il rider proprio dell’attività;
– oppure diamo la possibilità alle attività che non hanno dei riders, di convenzionarsi al servizio ed in questo caso, sarà compito di ‘iArrived’ gestire l’intera logistica, ovvero la gestione dei riders, nonché degli ordini, ecc..”, puntualizzano ancora.

“QUALI SONO I BENEFICI?”.
“I Benefici del servizio sono:
– il FATTURATO che potrà essere aumentato, servendo nel contempo anche chi non è fisicamente all’interno dell’attività;
– la VISIBILITÀ, in quanto, con i continui investimenti da parte di ‘iArrived’, contribuiremo ad ampliare la visibilità e la rilevanza del brand dell’attività (canali social, pubblicità offline);
– NESSUN CANONE FISSO, ossia non sono previsti costi fissi per l’attivazione del servizio.

“COME MAI AVETE DECISO DI ENTRARE IN QUESTO CAMPO?”
“Innanzitutto perché abbiamo constatato la mancanza di imprese di ‘food delivery’ in centri abitati di medie/piccoli dimensioni. Successivamente abbiamo deciso di iniziare questo nuovo tipo di business, proprio per la voglia di ‘fare impresa’ e per accumulare esperienza in questo settore.
Non neghiamo che, inizialmente, abbiamo avuto delle piccole difficoltà, anzi chiamiamole sfide nel modellare questo tipo di business, anche se sono proprio le sfide che ci portano sempre a fare meglio di quanto già fatto e in questo poi, noi ci divertiamo. Inoltre concordiamo sul fatto che, ‘siccome la vita sta diventando sempre più frenetica, abbiamo voluto offrire un servizio che sul mercato agevolasse la soluzione a questo disagio e rendesse più semplice ed innovativo effettuare ordini del proprio cibo preferito, attraverso appunto una piattaforma online”.

“QUALI TIPOLOGIE DI PRODOTTI OGGI GIRANO DI PIÙ SUL MERCATO E VENGONO CONSEGNATE DAI RIDERS?”
“I prodotti che oggi girano maggiormente sul mercato sono: la pizza, gli hamburger, il sushi che nelle grandi città va moltissimo, ma
anche la cena a base di primi piatti e di secondi, è in grande crescita”.

“ESSERE DEI RIDERS HA I SUOI PRO E CONTRO. IN COSA IL SERVIZIO ANDREBBE MIGLIORATO?”.
“Come sappiamo tutti, essere dei riders ha dei pro e dei contro, ad esempio il dover lavorare in condizioni a volte non ottimali, come in caso di pioggia o nel fine settimana. Ed è proprio per questo motivo, che noi di ‘iArrived’ abbiamo pensato ad un sistema di PAGAMENTO che NON è A COTTIMO, come del resto risultano essere quelli dei più grandi di questo settore, MA il nostro è un sistema di pagamento MISTO (orario + cottimo, cioè A CONSEGNA). Inoltre, qualora il rider lavorerà in condizioni di pioggia o durante i fine settimana, egli potrà ricevere dei ‘bonus’, così che il tempo speso per ‘iArrived’, sempre ricompensato, possa essere ulteriormente premiato. Questo perché sono proprio i riders il cuore della nostra startup. In aggiunta stiamo cercando di migliorare, sempre di più, il contatto tra: cliente- piattaforma- attività, in modo da renderlo più semplice e snello possibile. Per quanto riguarda ulteriori migliorie al servizio, lasciamo carta bianca a tutti i nostri clienti che hanno provato e continueranno ad ordinare presso la nostra piattaforma. Saremo felici di accogliere tutti i feedback positivi o negativi che siano. Del resto nei primi mesi dell’avvio del progetto, anche noi fondatori di questa startup, eravamo dei riders… e lo facevamo proprio per capire quali potevano essere tutti i pro e i contro. Ecco perché abbiamo adottato tale tipo di sistema di pagamento; perché abbiamo sperimentato sulla nostra pelle sia questo lavoro che il bisogno di un giusto compenso, con l’intento comunque, lo ricordiamo, di continuare a migliorare sempre questo servizio”.

Elisabetta Ciavarella

Altri articoli

Back to top button