ComunicatiIn evidenza

Il 18 Gennaio 1919 Luigi Sturzo con l’appello “Ai Liberi e Forti“ fondava il Partito Popolare Italiano.

Carlo Donat Cattin così scrisse celebrando quella data: ”Noi non siamo marxisti ne’ siamo liberali. Siamo cresciuti dal solco tracciato per faticosi decenni nella gleba dell’Italia contadina, tra le minoranze cattoliche dei quartieri operai e degli opifici di vallata della prima e della seconda industrializzazione, nel popolo minuto dedito all’artigianato e al commercio, nella schiera interminabile di educatori, intellettuali, uomini di pensiero, nella più stretta schiera di imprenditori, di scienziati, di ricercatori chiamati alla vita sociale dalla ispirazione cristiana. Siamo popolo nell’accezione sociologica, chiamato alla politica secondo una spinta partita dalla base del mondo cattolico, alla conquista di una dimensione laica. E siamo i continuatori della tradizione politica del popolarismo.”

Oggi più che mai è necessario costruire un soggetto politico nuovo, di centro, democratico, popolare, riformista, europeista, alternativo alla sinistra e alla destra sovranista e populista, inserito a pieno titolo nel PPE da far tornare ai principi dei padri fondatori DC: De Gasperi, Adenauer, Monnet e Schuman.

Per mettere la politica ed i valori al centro della scena e costruire un futuro radicato in un terreno fertile di idee, solidarietà e comunità.

Auguri alle donne ed agli uomini di buona volontà.

Gruppo “LIBERI E FORTI” per San Severo

Altri articoli

Back to top button