ComunicatiPrima pagina

IL CENTRO “EINAUDI” DEDICA IL 2022 AL POETA UMBERTO FRACCACRETA NEL 75° DELLA MORTE

Il Centro Culturale Internazionale ‘Luigi Einaudi’ quest’ anno dedica larga parte della programmazione alla rilettura del Poeta UMBERTO FRACCACRETA di cui ricorre il 75° anniversario della morte (22 febbraio 1947).

La Presidente del Centro ROSA N. TOMASONE dichiara alla GAZZETTA: <<E’ noto il mio affetto per il Nostro, la Sua figura mi riporta agli anni giovanili, agli studi universitari, alla frequentazione dell’austera casa, ai rapporti con il fratello che mi affidò le lettere inedite di EZIO LEVI, professore al Liceo Classico ‘Bonghi’ di Lucera. Poi la tesi di laurea, le mie pubblicazioni, la celebrazione del 50° della morte, i convegni, le mostre, le letture poetiche, il gemellaggio con Ortona, i convegni a Corato, a Bari. La presenza dei famigliari agli eventi, le attestazioni di stima che vergano i loro scritti. La necessità di voler conoscere l’Uomo che stava dietro le sue opere letterarie, mi portò a rintracciare alcune sue amicizie e andai a Poppi, volli approfondire la conoscenza del maestro EZIO LEVI, scrittore, critico letterario, ispanista, e mi recai a Santander, a Madrid e a Firenze, dopo aver rintracciato i figli… Nel 1997, con il Direttivo del Centro, istituimmo il Premio Letterario Nazionale a Lui intitolato, per tenerne viva la memoria e stimolare alla scrittura creativa nelle scuole e fra gli adulti. Il Premio, che è stato modificato negli anni, non più solo poesia, ma ogni genere letterario, prosegue il suo corso con successo, si avvale di una valida Giuria e di un Presidente Onorario di grande prestigio e viene conferito con parsimonia e solo agli adulti per mantenerne alto il valore>>. Quest’anno si prevedono collaborazioni, nuove pubblicazioni, incontri anche nei centri citati negli scritti e in alcune città e Università in cui i premiati organizzeranno conferenze. I percorsi poetici sono suddivisi per aree tematiche: la questione sociale, la religiosità, le donne… il Poemetto ‘Il pane’ avrà un ruolo pertinente al contesto storico, economico e sociale in cui fu scritto, ma con lo sguardo ai processi di globalizzazione che investono la società di oggi e questo metodo riguarderà larga parte della produzione del Poeta. Tutti gli eventi saranno inseriti nella programmazione della RETE dell’Itinerario europeo ‘Le Vie di Carlo V’, poiché il Poeta fu un europeista antesignano ed aveva rapporti con la Francia, l’Inghilterra e soprattutto con la Spagna, dove aveva i critici più importanti. La poetica e le opere del FRACCACRETA saranno, altresì, il tema della conferenza che la TOMASONE terrà, come ogni anno, all’Accademia di Storia Nazionale del Portogallo, di cui è Accademica dal luglio 2018. Gli incontri avranno inizio il 22 febbraio, nel rispetto delle normative anti-diffusione del Covid.

Altri articoli

Back to top button