ComunicatiIn evidenza

IL COMUNE E LA RIPARTENZA DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

L'Editoriale di Desio Cristalli

Settimana più o meno si avvicina la ripresa di quasi tutte le attività produttive su ordine del Governo. Anche San Severo, dunque, è chiamata a programmare la ripartenza in modo concreto. Non sarebbe dunque male che Sindaco e Giunta Comunale affrontino già il problema per dare risposte alla Comunità Sanseverese. L’AGRICOLTURA sta rimuovendo i primi passi, tanto è vero che è stata interessato il Consorzio di Bonifica di Capitanata perché dai prossimi giorni vengano erogati i primi rifornimenti di acqua ad uso irriguo. Poi verranno al pettine per la ‘regina’ della nostra economia tanti altri problemi perché il comparto agricolo soffre mali gravissimi ed altri potrebbero emergere appena si ripartirà a pieno regime. La crisi è devastante, come da alcune settimane sentenziano tutti i più esperti di settore della Regione Puglia e della nostra Capitanata, la più esposta al massacro in questo campo. Ma anche ARTIGIANATO, COMMERCIO e INDUSTRIA stanno riavendo il via libera alle produzioni e alle vendite ed anche per loro bisogna programmare a pieno regime e sotto la spinta degli esperti di ciascun settore. Avendo certezza che la ripresa sarà mostruosamente faticosa, non sarebbe male che un ruolo di coordinamento generale venisse assunto dall’Amministrazione Comunale. Credo sia già tempo di chiedere relazioni dettagliate e complete ad autentici esperti su cosa sarebbe opportuno preparare per non veder morire numerose realtà produttive sanseveresi. Sindaco, Assessori e Dirigenti municipali (delegati ad hoc) riuniscano ora in videoconferenza e poi mano a mano di persona, quanti sia in grado di dare consigli utili alla rinascita complessiva della nostra asfittica economia. Ovviamente gli incontri dovrebbero essere tanti e rapidi per poter analizzare le varie sfaccettature delle problematiche che stanno per piombare sulle scrivanie dei vertici della nostra Amministrazione (coinvolgendo, ovviamente, anche tutta l’OPPOSIZIONE CONSILIARE, che rappresenta una larga parte della Cittadinanza). Non si ricorra a ‘giochetti partitici’ volti ad estromettere questa o quella forza politica, sindacale e di categoria perché si aggiungerebbe, colpevolmente, difficoltà a difficoltà e nascerebbero le prime vistose polemiche di parte, cose delle quali oggi non abbiamo assolutamente bisogno. Come sempre, la nostra GAZZETTA esercita la professione giornalistica stimolando tutti a rendere al massimo per il bene della comunità locale. Ma i consigli che non si pagano si ascoltano? Alla nostra storia, al momento, non risulta!

Altri articoli

Back to top button