ComunicatiPrima pagina

IL CONSIGLIERE LACCI DEVE CHIEDERE SCUSA AL CONSIGLIO COMUNALE E ALLA CITTÀ. LA LEGGE È UGUALE PER TUTTI, ANCHE PER LUI. DEVE FARSENE UNA RAGIONE.

Siamo increduli nel leggere l’ultimo post del gruppo di opposizione del PD di Apricena.
Il consigliere Lacci è stato allontanato dall’aula, dal Presidente del Consiglio Comunale, alla presenza della Forza Pubblica, che ha assistito, per una semplice ragione: la legge è uguale per tutti, e lui ancora una volta l’ha violata, perché ritiene di esserne al di sopra.

Il consigliere Lacci (e a dire il vero quasi tutta l’opposizione), ha una pessima abitudine: esige che quando parla lui, nessuno debba intervenire (come è giusto che sia). Quando invece a parlare è il Sindaco o un consigliere di maggioranza, lui ritiene di poter interrompere, insultare e provocare. Questo suo atteggiamento scorretto è ben visibile nel filmato del consiglio comunale. Il Presidente del Consiglio Comunale, il dott. Nino Specchiulli, conosciuto a tutti per le sue doti umane e per la sua trasversale amicizia in città, esausto di questi atteggiamenti scorretti del consigliere Lacci, come previsto dal regolamento, dal momento che lo stesso consigliere di opposizione urlava, insultava e ostruiva i lavori del consiglio perché interrompeva ripetutamente il Sindaco nel suo intervento, lo ha allontanato con l’assistenza degli agenti di Polizia Locale presenti in aula.
Del comportamento scorretto del consigliere Lacci ne ha parlato il consigliere Gaudelli che ha ammesso “..in effetti il consigliere Lacci ha esagerato..”.
Il Consigliere Lacci, invece, dovrebbe chiedere scusa per quello che ha detto in quei momenti di tensione che ha avuto, frasi che nemmeno vogliamo ripetere perché riteniamo vergognose, che purtroppo, tuttavia, anche se in sottofondo si sentono.
Continuiamo ad assistere ad atteggiamenti di violenza verbale da parte dell’opposizione, che non conosce probabilmente nemmeno le basilari regole della democrazia e del rispetto dei ruoli istituzionali.
Unica nota degna di merito del consiglio comunale, l’interlocuzione seria e costruttiva, avuta tra il consigliere Terlizzi e il Sindaco,  nella quale seppur con visioni diverse, si è assistito ad un pacifico confronto degno di veri rappresentanti istituzionali.
Probabilmente il Consigliere Lacci è stanco, dopo le tante delusioni politiche avute negli ultimi anni, gli chiediamo di rasserenarsi e di avere solo rispetto delle regole, che valgono per tutti, anche per lui.

LISTA CIVICA APRICENA
UNITI PER CAMBIARE

Altri articoli

Back to top button