ComunicatiPrima pagina

“IL FUTURO CHE VORREI” ALL’I.T.E.S. “FRACCACRETA” DI SAN SEVERO.

LA D.S. COLANGELO, “PREMIARE LA CULTURA CHE FAVORISCE LA SENSIBILITà E LA PUREZZA DEI GIOVANI”

“Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza”. “Si vede bene solo con il cuore: l’essenziale è invisibile agli occhi”.
Sono due tra i più celebri aforismi letterari, attribuiti rispettivamente a Dante Alighieri e ad Antoine de Saint-Exupery, che hanno rappresentato l’I.T.E.S. “Fraccacreta” di San Severo al concorso “Il futuro che vorrei”, in una edizione, quella del 2021, dedicata al prof. Nino Casiglio, già scrittore, Dirigente scolastico e sindaco di San Severo, per il centenario della sua nascita.
Nella cerimonia finale tenutasi lo scorso 24 novembre nell’area esterna della Biblioteca “Minuziano”, alla presenza dell’avv. Francesco Miglio (sindaco della città) e di Celeste Iacovino (assessore alla Cultura ed alla Pubblica Istruzione), l’Istituto “Fraccacreta”, guidato dalla Dirigente prof.ssa Maria Soccorsa Colangelo e rappresentato per l’occasione dalla prof.ssa Emilia Falcone, ha ritirato i premi per il primo posto e per il podio, rispettivamente, con gli alunni Frederick De Lallo (classe 2C AFM) e Valentina Ungolo (classe 3A AFM), al termine di apposito giudizio emesso dalla Commissione esaminatrice composta dal prof. Francesco Giuliani, dal dott. Beniamino Pascale e dal dott. Enrico Fraccacreta.
Due delle quattro panchine così inaugurate e donate alla cittadinanza sono, dunque, decorate proprio con i disegni ideati dai due giovanissimi studenti del “Fraccacreta” alla cui realizzazione ha contribuito l’artista Michela Sarrocco.
“Davvero pregna di significato sociale- ha dichiarato la prof.ssa Maria Soccorsa Colangelo- Dirigente del “Fraccacreta”- l’iniziativa culturale promossa dall’Amministrazione Comunale locale e, cioè, promuovere la cultura artistica e letteraria tramite il coinvolgimento fattivo dei giovani in modo da avvicinarli alla lettura ed alla consapevolezza dell’importanza del valorizzare trasversalmente il territorio. Riflettere sul presente per individuare punti di forza e punti di criticità significa sognare un futuro migliore per tutti: il nostro impegno, come Istituzione, è fornire, quotidianamente, gli strumenti mentali affinchè ciascuno possa contribuire alla sua realizzazione”.

Altri articoli

Back to top button