ComunicatiIn evidenza

Il giornalista foggiano Luca Maria Pernice racconta la resistenza Scout.

Presentazione a cura dell'associazione Auser Territoriale Foggia.

Venerdì 22 aprile, ore 18.00, alla Camera del Lavoro in via della Repubblica, il giornalista e scrittore di Foggia, Luca Maria Pernice presenta “O.S.C.A.R La resistenza scout” un libro, edito da Andrea Pacelli, in cui racconta lo scoutismo clandestino dopo il 1943. A dialogare con l’autore il presidente dell’associazione Auser Territoriale Foggia.
Fra gli interventi quelli del presidente nazionale associazione italiana “Guide e Scout d’ Europa Cattolici- FSE”, Francesco di Fonzo e di Michele Casalucci, in rappresentanza dell’ Anpi Foggia.
Le letture sono affidate a Tonio Sereno, attore e regista all’ Uniauser Foggia.
Luca Maria Pernice, dopo aver presentato il suo libro a Roma, presso la Casa Della Memoria E Della Storia, vi aspetta nella “sua” Foggia per condividere l’ ultima fatica derivante dalla passione per la storia e per lo scoutismo al quale dà, ancora oggi e dopo oltre 40 anni, il suo contributo come Capo scout con l’impegno “di lasciare il mondo un po’ migliore di quanto lo ha trovato”, così come recita l’ultimo messaggio di Baden-Powell, fondatore, nel 1907, del movimento mondiale dello scoutismo.

La storia.
Il 9 aprile del 1928, il fascismo soppresse lo scautismo in Italia. Alcuni scout lombardi continuarono le loro attività, giurando che sarebbero durati “un giorno in più del fascismo”. Quegli scout si fecero chiamare Aquile Randagie. Incominciò così lo scautismo clandestino.
Dopo l’armistizio dell’8 settembre del 1943, le Aquile Randagie, insieme a numerosi sacerdoti, crearono O.S.C.A.R., l’Organizzazione Scout Collocamento Assistenza Ricercati.
Negli anni che seguirono, O.S.C.A.R. salvò oltre 2100 perseguitati e ricercati di diversa nazione, razza e religione, scrivendo una pagina importante della storia della Resistenza italiana.

Altri articoli

Back to top button