Comunicati

IL GRAVE PROBLEMA NEL CENTRO STORICO DEL RANDAGISMO CANINO

Caro Direttore, ti scrivo questa lettera per un’incresciosa disavventura vissuta sabato 29 aprile scorso. Ero con un mio amico e stavo transitando in piazza Municipio, quando verso le ore 18,30 siamo stati avvicinati da due cani randagi che minacciosamente ringhiavano verso di noi, catturati dalla presenza di altri cani. Per fortuna sono riuscito a liberarmene infilandomi in via Ripoli ed uscendo per via Imbriani. Mi chiedo: com’è possibile che devo assistere ancora a questo squallido spettacolo del randagismo canino nella piazza più importante della città? Spesso dinanzi al palazzo comunale a tutte le ore della giornata stazionano diversi cani randagi che costringono i pedoni a fare attenzione e a zigzagare. Prima i randagi transitavano nel piazzale antistante la stazione ferroviaria, ora, a quanto pare, hanno cambiato luogo di intrattenimento. Ho molto rispetto per gli animali, ma i randagi devono stare in un canile e invece vanno liberamente girovagando per le strade del centro storico di San Severo. Non è una bella immagine che offriamo ai tanti turisti che vengono in città, soprattutto a poche settimane dai festeggiamenti patronali in onore di Maria SS. del Soccorso. Ma la convenzione tra Comune ed ENPA è scaduta o non è stata più rinnovata? Vogliamo continuare a sperare di offrire a San Severo un’ospitalità degna di una CITTÀ.

MARIO BOCOLA

Altri articoli

Back to top button