In evidenzaPrima pagina

“Il piccolo principe” disegnato nel reparto di pediatria di San Severo

“L'inaugurazione avverrà domani mattina alle 10.30.

Le sale del reparto di pediatria dell’ospedale di San Severo a partire da domani inizieranno a godere di una nuova veste.

COME SONO STATE REALIZZATE LE OPERE

Il tema “Il Piccolo Principe“, infatti, è stato dipinto in questi giorni dai volontari dell’associazione Il Cuore Foggia per rendere le tristi stanze del reparto dedicato ai più piccoli più vivaci e a prova di bambino. Questo progetto, completamente finanziato dall’associazione, ha poi trovato la disponibilità della caposala Carmela Caposiena, che ha acconsentito all’iniziativa la cui inaugurazione è prevista per domani mattina alle 10.30.

E così le opere dell’artista Diletta Ciannarella, sanseverese dalla grande umiltà e determinazione, sono state dipinte a mano con colori atossici e tempere ecologiche. Ogni stanza, a partire dalla sala di attesa, ha un nome e un colore diverso scelto sia seguendo i dettami della cromoterapia che secondo i personaggi del racconto.

I DISEGNI DE “IL PICCOLO PRINCIPE”

I disegni de Il piccolo Principe, il libro cult scritto da Antoine Saint-Exupéry, sono stati rappresentati nel reparto di pediatria di San Severo oltre che per rallegrare l’ambiente anche per trasmettere un messaggioprofondo, insito proprio all’interno del racconto: quello dell’amore e dell’amicizia. Come ha inoltre specificato la presidente Jole Figurella, ciò che premeva maggiormente era trasmettere ai più piccoli che ciò che conta è lo spirito, ovvero ciò che si è nel profondo e che solamente in pochi possono apprezzare. Con il termine spirito, è bene specificarlo, si intende il voler uscire dagli schemi imposti dalla società nella quale viviamo, per mostrarsi per come si è realmente.

A non mancare, fanno sapere i volontari de Il Cuore Foggia, è anche la stanza del nido in neonatologia, nella quale è stato dipinto un bellissimo albero della vita, rappresentato dall’associazione proprio per valorizzare un momento così importante come quello della nascita.

fonte puglia.com

Altri articoli

Back to top button