ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

IL ROMANZO DI CLAUDIO LECCI E MARIELLA DI MONTE ESALTA LA CREATIVITÀ A QUATTRO MANI

di DESIO CRISTALLI

FRANCESCO ALBERONI ha chiuso la sua introduzione al romanzo SE STASERA VIENE IL MARE ((Claudio Grenzi Editore, 2018, pagine 240, Euro 18)) scritto a quattro mani da CLAUDIO LECCI e MARIELLA DI MONTE ((nelle due foto a corredo)), sentenziando senza appello che si tratta di “una storia che ha come protagonisti personaggi indimenticabili” e che ci si trova di fronte ad “un pezzo letterario di autentica bravura”. Un’altra…sentenza passata in giudicato è stata quella, anch’essa entusiastica, del neuropsichiatra-psicoterapeuta ALBERTO CERASOLI nella seconda di copertina, che ha affermato che “CLAUDIO LECCI e MARIELLA DI MONTE si affacciano ufficialmente alla ribalta letteraria e lo fanno con una maestrìa che la dice lunga sulla genialità creativa che li pervade”. Basterebbero questi due autorevolissimi ed entusiastici giudizi a convincere anche il più inesperto e recalcitrante lettore ad addentrarsi nella trama accattivante del romanzo. In effetti i due Autori sono stati capaci di eseguire il triplo salto mortale senza rete della scrittura a quattro mani in un modo così magistrale da convincere il lettore che un solo autore forse non sarebbe stato capace di inventare una storia così ricca di passaggi intricati e coinvolgenti, frutto di un secondo…magazzino di invenzioni letterarie da sfruttare in ogni scena madre di questo “giallo atipico”. Riteniamo che questa originalità letteraria sia stata possibile solo perchè LECCI e DI MONTE hanno maturato esperienze di vita e professionali d’alto profilo: il Dirigente Superiore Onorario della Polizia di Stato si è occupato tanto di criminalità, arte e comunicazione, arrivando addirittura a consulenze artistico-letterarie per la RAI; la Funzionaria Direttiva del Ministero della Giustizia, invece, ha dimostrato sul campo il suo valore socio-politico-amministrativo, illuminando spesso blog e social sui grandi temi d’oggi, in particolare sui diritti dei disabili. Da due scrigni di sapere del genere non poteva che venir fuori un’opera letteraria densa di scenari raffinati mai slegati dalla realtà del romanzo. Diciamo che SE STASERA VIENE IL MARE è un forziere di momenti, sensazioni, emozioni, sentimenti e stimoli critici dal quale ogni lettore può venir fuori arricchito di riflessioni utili per la propria vita. In conclusione, il romanzo risulta il gradevole concerto di un duo di virtuosi capaci di sciorinare il meglio delle proprie corde umane e culturali, una scelta che ripaga anche alla grande il lungimirante Editore CLAUDIO GRENZI, un nome che da tanto tempo onora la comune terra di Capitanata nel suo difficile campo professionale.

FOTO CLAUDIO LECCI FOTO MARIELLA DI MONTE

Altri articoli

Back to top button