ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

Impianto di compostaggio SAGEDIL: “comportamenti e procedure alquanto ambigue da parte degli organi istituzionali preposti “

Nell’ultimo Consiglio Comunale del 28.09.2018. il consigliere Dino Marino ha fatto presente all’Assemblea nuove notizie (ufficiali o ufficiose non sappiamo almeno per il momento) sul mega impianto che si vorrebbe realizzare all’exSafab. Sono state raccolte le firme per la richiesta di un Consiglio Comunale monotematico e presentate al Presidente dell’assise Maria Anna Bocola.

Riteniamo che vi siano comportamenti e procedure alquanto ambigue da parte degli organi istituzionali preposti (Regione, Provincia e Comune), poiché sia dopo il Consiglio Comunale monotematico del 31.08.2017 e sia dopo la successiva riunione tenutasi il 22.11.2017 presso il Comune di San Severo tra associazioni, comitati e il dirigente della provincia Biscotti, non si sono avute risposte alle molte domande formulate.

Nonostante la nota della Regione, dove si affermava l’indirizzo verso piccoli impianti pubblici di compostaggio e l’obbligo per le Amministrazioni Locali di conferire i rifiuti a tali impianti pubblici, non vi sono stati successivi atti formali nella direzione conclamata.

Sparito dalla scena anche il sindaco Miglio, che avrebbe dovuto invalidare la delibera di Giunta n. 142 del 22.07.2015 sullo schema di accordo di preconvenzione con la SAGEDIL S.r.l.

Vista la decisa opposizione cittadina ci saremmo aspettati un comportamento simile a quello messo in atto dai sindaci di San Nicandro e Serracapriola.

IL MEETUP ATTIVISTI 5 STELLE SAN SEVERO RIBADISCE LA SUA CONTRARIETÀ ALL’IMPIANTO DA 65000 TONNELLATE CHE SI VORREBBE REALIZZARE ALL’EX SAFAB.

San Severo, 01.10.2018                                            MeetUp AttiVisti 5 Stelle San Severo

Via Marsala, 7

Altri articoli

Back to top button