Prima pagina

IN RISPOSTA ALL’INTERVENTO DEL PROF. ANTONIO G. BUBBA SU “LA SCUOLA AL TEMPO DEL CORONAVIRUS”

In tempo di pandemia e di isolamento è difficile sapere con certezza che cosa succede tra le mura delle case e delle scuole altrui, pertanto la lettura dell’intervento”LA SCUOLA AL TEMPO DEL CORONAVIRUS” apparso sulla GAZZETTA DI SAN SEVERO a firma del Prof. ANTONIO GIUSEPPE BUBBA, ci ha lasciati dubbiosi per l’analisi superficiale e di parte con cui viene esaminata la situazione delle scuole, sminuendo il lavoro che i docenti di ogni ordine e grado stanno attuando pur con grande difficoltà.Siamo i docenti dell’IC “Palmieri SanGiovanni Bosco”, scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I grado e leggere che la didattica a distanza sia praticamente inesistente in questi gradi di scuola ci ha lasciati perplessi.Fin dai primi giorni di chiusura delle scuole, i docenti del nostro Istituto, si sono attivati per contattare tutte le famiglie, soprattutto quelle con maggior difficoltà economiche e socialiattraverso i semplici cellulari, instaurando rapporti di continuità affettiva ed empatica con i ragazzi e successivamenteorganizzando pratiche didattiche appropriate.In un secondo tempo e, con il supporto del polo tecnologico MINUZIANO-ALBERTI-DI SANGRO, in 10 giorni, è stata attivatala piattaforma G-SUITE FOR EDUCATION nell’ottica di una filiera didattica iniziata in questo periodo di estrema necessità e che continuerà in futuro. Contemporaneamente, con i fondi stanziati dal MIUR, sono stati acquistati 98 TABLET da dare in comodato d’uso alle famiglie che ne hanno fatto richiesta tramite domanda al Dirigente Scolastico Dott.ssa VALENTINA CILIBERTI e che verranno già consegnati oggi 17 aprile.Anche la didattica a distanza per i ragazzi disabili, BES e DSA è stata approntata con l’intervento dei docenti di sostegno e l’interazione con le famiglie.Concludendo l’esamina di questa situazione, nonostante permangano difficoltà oggettive, i docenti ritengono che in una condizione di questo genere, così difficile e inaspettata, abbiano trovato il modo di sopperire alle mancanze in campo tecnologico e non solo, dando la possibilità a TUTTI gli alunni di interagire nel miglior modo possibile.

I DOCENTI DELL’IC “PALMIERI

 SAN GIOVANNI BOSCO

Altri articoli

Back to top button