ComunicatiIn evidenza

INCHIESTA ‘GAZZETTA’: QUESTA CITTÀ MERITEREBBE CITTADINI MIGLIORI

Egregio direttore, sto assistendo da parecchi giorni alla pubblicazione di questa INCHIESTA della GAZZETTA. Ho deciso di dare il mio piccolo contributo in quanto, seppure non impegnato politicamente, seguo le vicende amministrative della città da oltre un ventennio. Ebbene pur non essendo un sostenitore di Miglio devo riconoscere a questa squadra di giovani di aver avviato una serie di buone pratiche che, a lungo termine, sono convinto, cambieranno la città. Mi riferisco alla copertura con asfalto a caldo e non a freddo delle buche presenti in città (che non si possono certo addebitare al Sindaco). Allo stesso tempo si sta provvedendo al rifacimento completo di alcune strade (ed era da tempo che non assistevo ad un rifacimento completo). Non penso si possa addebitare al sindaco attuale il declassamento della stazione ferroviaria e nemmeno le cattive abitudini dei sanseveresi, come qualcuno strumentalmente sta tentando di fare. Ho notato negli ultimi tempi sempre più concittadini accamparsi la sera con sdraio, ciabatte e canotta in piazza Incoronazione. Neanche questo è colpa di Miglio ma di noi tutti che stiamo distruggendo (e da anni!) una CITTÀ d’ARTE che meriterebbe, questo sì, CITTADINI MIGLIORI. Ritengo che nemmeno i poliziotti, i vigili, i dipendenti comunali e tutte quelle figure che spesso finiscono nel mirino delle polemiche siano stati scelti da Miglio. Allora basta al tifo da ultras pro o contro Miglio! Mi fanno sorridere i tanti politici trombati dall’elettorato che ancora non si rassegnano ad andare a lavorare pensando che la politica non sia servizio ma solo una mucca da mungere. Mentre devo dire che mi rattristano i nuovi aspiranti alla carica di sindaco e di consiglieri che, spinti dagli storici pensionati della politica, si illudono, attraverso critiche e falsità, di convincere l’elettorato a regalargli un posto al sole nella prossima tornata elettorale. Che tristezza! In ogni modo l’Amministrazione ha altri quattro anni di tempo per DIMOSTRARE LA SUA CAPACITÀ (ricordo lamentele simili per tutti i sindaci passati). Le amministrazioni continueranno a cambiare, ma è ai sanseveresi invece che spetta il compito da subito di assicurare ai propri figli una città migliore di come l’abbiamo trovata. Come attraverso un maggiore impegno politico e sociale, tanto per iniziare.
Quindi in attesa del cambiamento politico, se mai dovesse esserci, comportiamoci noi per primi da SANSEVERESI ORGOGLIOSI DELLA PROPRIA CITTÀ.

geom. LEONARDO CARAFA

Altri articoli

Back to top button