Sport

Incontro di calcio Foggia Pisa del decorso 12 giugno. Soggetti deferiti e proposte per provvedimenti DASPO.

    La mirata attività investigativa condotta  da personale della Polizia di Stato della Questura di Foggia appartenente all’Ufficio D.I.G.O.S – Squadra Tifoserie, ha portato alla individuazione di  tutti gli autori degli atti di intemperanza registratisi nel corso dell’ incontro di calcio Foggia-Pisa, gara di ritorno della finale Play Off  Lega-Pro.

Per il lancio di oggetti e per l’invasione di campo, sono state deferite ai sensi della all’art. 6 bis L. 401/89 in totale 9 soggetti mentre uno è stato indagato per il reato di resistenza a P.U..

I facinorosi, la cui età anagrafica è ricompresa tra i venti ed i quaranta anni, sono stati compiutamente identificati anche grazie all’utilizzazione delle immagini registrate in sala G.O.S. che monitorano, per tutta la durata degli incontri sportivi, ogni accadimento occorso sia sugli spalti che in campo.

Nei confronti dei predetti est stato avviato  procedimento amministrativo per adozione provvedimenti D.A.S.P.O. ( divieto d’accesso ai luoghi dove si svolgono  manifestazioni sportive ) che nella massima misura potrebbe prevedere una penalizzazione sino ad 8 anni, oltre che l’obbligo di firma durante gli incontri sportivi.

Si precisa che nessuna delle 10 persone deferite all’A.G. aderisce a gruppi ultras organizzati e che nessuna di esse ha precedenti specifici.

Analoghi provvedimenti penali ed amministrativi sono stati adottati per due altri soggetti, identificati quali autori di atti d’intemperanza posti in essere nel corso dell’incontro Foggia-Alessandria.

 

 

Altri articoli

Back to top button