ComunicatiIn evidenza

ISOLA PEDONALE DI VIA TIBERIO SOLIS? NEL “PROGRAMMA TRIENNALE DEI LAVORI PUBBLICI” NON ESISTE!

Un anno fa abbiamo raccolto ed inviato al sindaco Miglio la richiesta, sottoscritta da molti commercianti del primo tratto di via Tiberio Solis,di “sperimentazione di un’isola pedonale” anche nella nostra città, successivamente La Gazzetta di San Severo ha promosso un sondaggio per chiedereai cittadini di esprimersi sulla proposta, il 77% si è espresso a favore della sperimentazione.

Nel successivo mese di settembre il sindaco in persona ci confermava l’intenzione di realizzare l’isola pedonale, anche su un tratto più lungo di quello oggetto del sondaggio e che, a tale scopo, avrebbe stanziato i fondi necessari.

Da quella data non ne abbiamo saputo più nulla, a quanto ci risulta non c’è menzione nel “programma triennale dei lavori pubblici”, questo ci rincresce perché crediamo che San Severo abbia bisogno di muoversi nella direzione giusta, cominciando da iniziative come queste che promuovano la nostra città che non sta vivendo un momento favorevole.

Sappiamo che la sperimentazione di un’isola pedonale “anche a San Severo” non risolverebbe i problemi atavici della città, ma rappresenterebbe un simbolo di rinascita,limiterebbe l’uso smodato delle auto, garantirebbe maggiore sicurezza in zona considerato il trafficodi monopattini e scooter che transitano a velocità sostenuta, fornirebbe un aiuto ai negozianti di questa via che siamo convinti vedrebbero entrare più clienti nei propri negozi, invogliati dal piacere di vedere le vetrine, camminando, senza correre rischi e respirare smog.

Alcuni concittadini erroneamente pensano chenella nostra città ci sia già un’isola pedonale, riferendosi al cosiddetto “giro interno”, ma quella è una Zona a Traffico Limitato, cioè: “un’area nella quale viene limitato l’accesso a particolari categorie di veicoli in determinate fasce orarie” (infatti basta andare in piazza municipio per rendersi conto dei mezzi in transito e in sosta);cosa ben diversa da un’Isola Pedonale che è:“un’area urbana all’interno della quale viene vietata la circolazione dei mezzi, sia pubblici che privati”.

Crediamo di aver fatto una battaglia di civiltà, siamo consapevoli che questo progetto sarebbe insufficiente per un rilancio della nostra città che necessiterebbe di iniziative culturali, agevolazioni alle attività economiche e maggiore presidio del territorio da parte delle forze dell’ordine, però speriamo ancora che possa rappresentare un buon inizio per tutti.

Chiediamo al Sindaco di passare dalle parole ai fatti.

Antonio Franciosi

Luigi Rinaldi

Altri articoli

Back to top button