Prima paginaSport

Juventus-Napoli: la partita delle polemiche verrà rigiocata

Dopo settimane di attesa e discussioni, il Collegio di Garanzia del CONI si è espresso e ha statuito che la partita tra Juventus e Napoli dovrà essere rigiocata. In riforma delle decisioni del giudice sportivo di primo e secondo grado, il terzo grado di giustizia sportiva ha confermato la tesi del Napoli, ovvero che i partenopei non si presentarono a Torino per cause di forza maggiore. Una sentenza destinata a fare giurisprudenza e che riscrive la classifica, privando la Juventus dei tre punti assegnati a tavolino e restituendo al Napoli il punto di penalizzazione inflitto in primo e secondo grado.

La situazione in casa Juventus

La notizia che la partita dovrà essere rigiocata è giunta poche ore prima dell’impegno dei bianconeri contro la Fiorentina valevole per la quattordicesima giornata di questa Serie A 2020-2021 e ha pesantemente condizionato il rendimento della Vecchia Signora. Ronaldo e compagni si sono infatti resi protagonisti della peggiore prestazione dell’era Pirlo, uscendo sconfitti dal match con un tanto clamoroso quanto meritato risultato di 0-3. Per la Viola potrebbe essere la partita della svolta e del rilancio dopo un inizio di campionato difficile, ma l’incontro potrebbe risultare decisivo anche per la corsa allo scudetto della Juventus. La Vecchia Signora continua a viaggiare a corrente alternata, mettendo in fila delle prestazioni convincenti come quella contro il Parma ad altre a dir poco negative che gettano delle grandi ombre sulla bontà del progetto tecnico bianconero. Dopo nove anni di dominio incontrastato, i bianconeri non sono più i favoriti per la vittoria dello scudetto e tale circostanza è confermata anche dalle scommesse online che ora vedono le due milanesi e il Napoli come le principali indiziate per aggiudicarsi il titolo.

 

Il Napoli rientra improvvisamente nella lotta scudetto

Dopo la sconfitta per 2-0 subita sul campo della Lazio, il Napoli pareva essere uscito definitivamente dalla lotta scudetto. Il punto restituito dal Collegio di Garanzia, in uno con la possibilità di rigiocare la partita contro i bianconeri, ha rimesso clamorosamente in gioco i partenopei che, però, da ora in poi non potranno più commettere passi falsi. In più di un’occasione la squadra di Gattuso ha dimostrato di potersela giocare alla pari con tutti, salvo poi perdere quasi tutti gli scontri diretti disputati sinora. Le assenza di Osimhen e Mertens pesano come un macigno ma la sensazione è che comunque Gattuso abbia a disposizione una delle rose più profonde, competitive e meglio attrezzate di tutta la massima serie. Inter e Milan al momento sono le favorite indiscusse, ma se il Napoli dovesse riuscire a trovare un minimo di continuità nei risultati potrebbe rientrare facilmente nella lotta per lo scudetto che manca dall’Ombra del Vesuvio dai tempi in cui il compianto Diego Armando Maradona incantava il popolo napoletano con le sue giocate da fuoriclasse assoluto.

Mentre la Juventus approccia alla sosta natalizia nel peggiore dei modi, il Napoli torna a sognare un campionato di vertice e la sensazione è che per i partenopei questa possa essere la volta buona per tornare a sognare di laurearsi campione d’Italia.

Altri articoli

Back to top button