Comunicati

La città di San Severo ha aderito alla proposta di candidatura del Gargano e dei territori limitrofi per il riconoscimento MaB UNESCO: un’opportunità per il territorio

La città di San Severo , accogliendo l’invito del Parco Nazionale del Gargano, ha aderito alla proposta di candidatura del “Gargano” e dei territori limitrofi  per il riconoscimento MaB UNESCO. La proposta di candidatura, approvata nell’ultimo Consiglio Comunale è stata  votata all’unanimità, con il plauso dell’opposizione .

“Il programma Man and the Biosphere, MAB UNESCO – spiega l’assessore alla Cultura, Turismo e Marketing Territoriale, Celeste Iacovino – ad oggi conta nel mondo 669 siti in 120 Paesi di cui  14 in Italia e ha come obiettivo quello di migliorare il rapporto tra uomo e ambiente, di conservare la biodiversità e la diversità culturale, affinché gli elementi naturali e culturali che caratterizzano la biodiversità diventino strumento di crescita economica.

Le riserve della biosfera, infatti, rappresentano un riconoscimento di qualità  per quei territori che ne beneficiano, dando  una opportunità di visibilità, di confronto e apertura a nuove  e ricche relazioni culturali sociali e economiche.

La candidatura a “Riserva di Biosfera” nell’ambito del programma MaB UNESCO – aggiunge l’assessore Celeste Iacovino -, significa quindi investire per fare in modo che i giovani rimangano nel nostro  territorio e che questo stesso diventi  il fattore  positivo  su cui puntare per realizzare impresa.

A tal fine appare indispensabile sviluppare e consolidare esperienze tra San Severo ed il Gargano ed i territori limitrofi, per implementare aspetti socio-economici, culturali e naturalistici, anche partecipando ai benefici derivanti dalla tutela dei valori del Parco, trasformando il tutto in occasioni di reddito, di conservazione attiva delle proprie tradizioni, di creazione di un modello di turismo sostenibile, di valorizzazione dei beni storici e culturali e delle produzioni agroalimentari ed artigianali tipiche e di qualità”.

“Il turismo sostenibile – conclude il Sindaco Francesco Miglio – rappresenta un’importante opportunità. Infatti,  i flussi turistici sono lo strumento più efficace  per coinvolgere altri settori economici compatibili con la tutela del territorio (agricoltura, artigianato, cultura) e per creare relazioni sociali e culturali. È uno stimolo a fare rete, integrando competenze e funzioni tra tutti gli attori coinvolti, siano essi pubblici (amministrazioni, istituzioni scolastiche, enti di ricerca, ecc.) oppure privati di stampo economico (imprese) o sociale (associazioni), valorizzando in modo univoco e coordinato le proprie singole peculiarità ed eccellenze sotto l’emblema internazionale dell’UNESCO”.

 

Il Portavoce     

Altri articoli

Back to top button