ComunicatiPrima pagina

LA ‘GEMELLA’ BOURG EN BRESSE OFFRE 45 MILA MASCHERINE AI SUOI ABITANTI

di ENRICO PALMIERI

Il collegamento permanente tra San Severo e la ‘gemellata’ cittadina francese di Bourg-en-Bresse arricchisce il rapporto tra le due comunità, consolidandone l’aspetto umano. LA GAZZETTA DI SAN SEVERO è lieta di poter cosi servire da legame ombelicare tra le due città e con le numerose famiglie sanseveresi che risiedono a Bourg. Argomento di attualità legato alla pandemia del Coronavirus: è interessante apprendere che nel capoluogo dell’Ain, fiorente provincia che alle porte della Svizzera porta il nome del fiume che l’attraversa, il Sindaco della città, JEAN FRANÇOIS DEBAT ((nella foto)), ha annunciato l’acquisto di 45.000 mascherine che prossimamente verranno distribuite gratuitamente alla popolazione “burgienne”. Queste mascherine, due per ogni nucleo familiare, verranno consegnate direttamente a domicilio da ex componenti del Consiglio Comunale. Le mascherine sono state ordinate presso due aziende della città e una del lionnese, un modo di dare respiro all’economia locale. Va sottolineato che questa mossa di politica sociale ha un costo di 100.000-150.000 EURO. Ciò mette in evidenza le capacità finanziarie della città di Bourg-en-Bresse…purtroppo senza paragone con la nostra San Severo. Questa misura deve essere considerata come preventiva in vista della fine del confinamento, perchè fortunatamente la città non ha finora riscontrato grossi problemi. Per dovere di cronaca notiamo che la provincia non ha finora registrato problemi di estensione del Covid 19. Nella statistica dei decessi consecutivi al Covid 19, inferiore a 10, abbiamo purtroppo il dispiacere di registrare nelle vicinanze di Bourg-en-Bresse, il decesso di M.D., un giovane di 46 anni, ex calciatore della nostra associazione, originario di San Marco in Lamis. Va aggiunto che da qualche tempo M.D. era affetto da altre patologie che gli hanno diminuito le difese immunitarie e dunque la resistenza a questo micidiale virus. Notiamo infine che per combattere l’isolamento nelle case di riposo, il Consiglio Provinciale dell’Ain, ha adottato il provvedimento di distribuire gratuitamente, 310 tablet. È molto più allarmante la situazione nazionale per il motivo che tra i contagi è minimizzato l’impatto drammatico delle case di riposo, la cui percentuale dei decessi è molto elevata. Da Bourg-en-Bresse, esprimiamo vivo affetto e piena solidarietà a TUTTA LA POPOLAZIONE SANSEVERESE.

Altri articoli

Back to top button