ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

La “missione impossibile” dell’ Assessore Cicerale

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

“Nell’ultima settimana la mia immagine e la mia reputazione sono state gravemente lese.

Ho subito una campagna mediatica denigratoria e diffamatoria, forse strumentalmente voluta e pertanto ritengo doveroso esporre i fatti.

Da cittadino onesto e specchiato, nell’attesa che si faccia chiarezza su una situazione paradossale, amplificata e strumentalizzata ad arte da coloro che temono il cambiamento, termine tanto abusato ed usato da molti come bandiera, mentre per il sottoscritto ha sempre rappresentato un impegno costante e una responsabilità doverosa.

I miei legali hanno quasi ultimato una denuncia che presenterò alla Procura della Repubblica per violazione della privacy ritenendosi inoltre che gli atti di comunicazione di giustizia rappresentino per chi ne è tenutario un segreto d’ufficio e non strumento di proprio utilizzo, consumatosi con la divulgazione e la consegna in mano di terzi interessati.

Il colpevole di questo abuso, di questa omissione si prepari a pagare il proprio conto davanti alla giustizia, non per me ma perché le Leggi vanno rispettate a tutela di tutti, e sarà la Procura della Repubblica a valutarne le entità e le responsabilità, considerato che gli atti da essa affidati non possono essere oggetto di stampa.

Agli ignoranti, ai falsi colti, ai giornalisti e giornalai vari voglio ricordare che in Italia esiste La Costituzione della Repubblica Italiana, legge fondamentale dello Stato, il cui articolo 27 stabilisce che “L’imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva”.

In tanti mi hanno chiesto il perché io avessi rimesso le deleghe nelle mani del Sindaco, stante il mio status di cittadino onesto, alla luce anche della situazione tutta italiana che vede amministratori locali, presidenti di Regione,  deputati, senatori e ministri del governo, che seppur indagati o condannati  continuano ad esercitare il loro ruolo. Ho svolto il mio mandato solo per il bene della comunità, non per interessi di carattere personale, pertanto non ho alcun tipo di attaccamento alla “poltrona”.  Il Comune di San Severo non mi ha versato né contributi previdenziali né tantomeno corrisposto indennità piene in quanto ho continuato a svolgere la mia professione.

Faccio una necessaria premessa: ho dedicato la mia vita alla famiglia, al lavoro ma soprattutto agli altri; ho sempre partecipato attivamente alla vita della comunità alla quale appartengo e che amo profondamente.

E’ stato proprio l’amore per questa Città così degradata ed umiliata negli ultimi anni che mi ha spinto due anni fa a costituire il movimento la Svolta per San Severo, che dà voce a tanti cittadini onesti che sentono l’esigenza di proporre e non di protestare, di costruire e non distruggere, di aggregare e non di dividere, ma soprattutto di agire per il bene comune.

La Svolta per San Severo ha appoggiato una coalizione dal volto giovane, animata dal desiderio di rompere equilibri atavici ed incrinare sistemi di potere consolidati.

Quanto lavoro in questi anni, notti insonni, riunioni fiume, sacrifici ripagati dal consenso della gente comune che ha sempre creduto in me e nel movimento.

Tre mesi fa salgo a Palazzo Celestini in qualità di assessore alla Legalità, Polizia Municipale, Personale, Sicurezza Urbana, raccogliendo un’eredità pesante consapevole di essere sotto osservazione costante, ma non curante di tutto e tutti apro le mie porte, ascolto tutti, lavoro senza sosta, focalizzo l’attenzione sulle criticità ed individuo i punti di debolezza.

In sintesi voglio fornire alcune informazioni sulle principali attività svolte in questo poco tempo su tutte le deleghe ricevute:

Polizia Locale: ho ritenuto opportuno dare subito l’indirizzo di maggiore presidio del territorio con particolare attenzione ai “senza casco”, diventati bandiera della nostra inciviltà.

Il risultato è stato importante: in soli 20 giorni sono state elevate multe in misura quasi pari a quelle registrate da inizio anno 2015 al 15 di settembre, cioè fatte in circa 9 mesi.

E’ stato sollecitato costantemente il continuo presidio su tutte le attività inerenti questo corpo.

Legalità, Trasparenza e Sicurezza urbana

Sono stati effettuati interventi finalizzati a migliorare la trasparenza degli atti amministrativi; è stato interessato, sin dai primi giorni, il dirigente di riferimento per la sistemazione relativa alle anomalie riscontrate sul sito internet, con particolare attenzione per l’Albo pretorio on line.

Infatti diventa difficile effettuare una ricerca per semplice “parola” poiché ogni ufficio può pubblicare in autonomia atti sull’albo ed è libero di utilizzare il formato del file da utilizzare (alcuni formati, infatti, non permettono successivamente la ricerca per semplice testo). In tale circostanza al cittadino non resta che dover interrogare tutti gli atti per trovare quello di interesse.

Rilevate anomalie circa il mancato utilizzo di un software, già in dotazione a tutti gli uffici comunali, che migliorerebbe la comunicazione tra gli uffici e garantirebbe ai cittadini una presa in carico degli atti da parte degli uffici preposti; nel 2015 si trasmettono ancora fogli di carta, mentre si ha a disposizione una piattaforma elettronica con potenzialità notevoli.

Sicurezza Urbana: dopo tante attività si è riusciti ad attivare le telecamere del parco Baden Powell e l’illuminazione del parco. Si era in attesa di procedere ad un incontro per trattare la problematica relativa al “degrado urbano” ormai insostenibile, con l’individuazione delle singole responsabilità.

Si stava lavorando su un progetto finalizzato a contenere il fenomeno delle “deiezioni canine”.

Grazie alle attività istituzionali presso la Prefettura, svolte con il Sindaco, sono state riportate le problematiche relative alla sicurezza e all’ordine pubblico con conseguente “presidio” straordinario” da parte delle forze dell’ordine.

A tal proposito rivolgo un doveroso ringraziamento al Prefetto, d.ssa Tirone, al Questore, dr. Silvis, e a tutti i comandanti delle forze dell’ordine; devo testimoniare il loro costante impegno per la risoluzione delle problematiche che attanagliano la nostra città.

Dopo incontri pubblici con i cittadini, per il tramite di associazioni, è stato definito un progetto sulla “legalità” che avrebbe interessato tutte le scuole di qualsiasi grado presenti sul territorio che sarebbe dovuto partire subito dopo le festività natalizie.

Organizzazione e Risorse Umane:

Servizi di supporto:

– rilevata l’anomalia relativa alle continue proroghe dei “servizi di supporto” riscontrando uno stato di necessità ormai troppo volte invocato, ma mai risolto con l’affidamento a procedure di evidenza pubblica che garantissero da un lato trasparenza dall’altro sicurezza ad una sorta di precariato stabile ormai indiscutibilmente vergognoso per gli operatori ed una Amministrazione che voglia rispettare Leggi e garanzia di lavoro.

– evidenziata la necessità di revocare dei bandi in corso con particolare riferimento ad uno che prevede particolarissime professionalità che verrebbero a costare per il nostro Comune circa 70mila euro in più;

– sollecitata urgente ricognizione pianta organica con contestuale censimento delle reali attività di supporto di cui l’Ente necessita al fine di definire l’eventuale nuovo “bando” nel rispetto di tutte le leggi in materia di lavoro.

Personale Comunale

Definizione ” Fondo di comparto dell’Ente per l’anno 2015″, attività difficile per la posizione debitoria ereditata dalla attuale amministrazione. Il ritardo registrato nella determinazione del suddetto fondo ha inficiato tutta l’attività amministrativa ed ha fatto insorgere problematiche serie in servizi essenziali per i cittadini. Ringrazio il valido supporto dato dal dr.Nino Fuiano.

Pianta organica: è stato richiesto il “censimento” della reale pianta organica con individuazione delle aree prioritarie su cui intervenire, che sono risultate essere il Cimitero ed i Servizi demografici.

Per quanto attiene il cimitero sono state analizzate le criticità ed è stata avviata subito una riorganizzazione interna del personale con recupero risorse da destinare all’attività di manutenzione strade.

Per i servizi demografici è stato rilevato un vero e proprio stato di emergenza, atteso che vengono rilasciati allo sportello certificazioni errate proprio per il mancato inserimento di dati aggiornati nel sistema. Alcune attività sono paralizzate (ad esempio aggiornamento nuclei familiari).

Pianta logistica uffici comunali: E’ stata analizzata la “pianta “logistica di tutti gli uffici comunali ed è iniziata subito una attività utile per la definizione di un atto di indirizzo per il trasferimento dei seguenti uffici:

– Ufficio SPORT dal Palazzetto dello Sport a Palazzo di Città con accorpamento con l’Ufficio Cultura oggi retto in prevalenza da personale di supporto;

– Ufficio Agricoltura dagli uffici dei “Piani di Zona” a quelli confinanti il GAL

– trasferimento dei Servizi sociali da Via Salza (risparmio del fitto mensile atteso che non sono di proprietà del Comune) agli uffici dei Piani sociali di zona.

– Ufficio presente all’interno del Teatro Comunale (!?) con utilizzo di 4 risorse, dal Teatro Comunale all”Ufficio Cultura di palazzo di città (trasferimento effettuato)

– trasferimento uffici demografici dal primo piano di Palazzo di Città al piano terra (uffici attigui a quelli per rilascio carte di identità; contestuale apertura di due sportelli “multifunzionali” per i cittadini.

Tecnostruttura: l’attività amministrativa procede spesso senza il recepimento da parte della tecnostruttura dell’indirizzo politico ricevuto. Rilevata una burocrazia asfissiante a discapito dell’efficienza della macchina amministrativa. E’ stata abbozzata una riorganizzazione delle attuali Aree finalizzata al miglior presidio di tutte la attività con particolare attenzione a quelle che si esplicano nei servizi da erogare ai cittadini.

Personale con limitazioni fisiche: per tutti i dipendenti comunali con limitazioni fisiche è stata richiesta visita collegiale all’ASL nel solo intento di garantire la malattia e la integrità fisica.

Relazioni Sindacali

Sono state da subito riprese in maniera distesa le relazioni sindacali, che avevano risentito della mancata definizione del Fondo di comparto dell’Ente per l’anno 2015; infatti a diversi dipendenti non era stata ancora corrisposta l’indennità di turnazione eseguita nell’anno. E’ stata approntata delibera di giunta con la quale è stato corrisposto a quanti avevano effettuato la turnazione il corrispettivo maturato per buona parte dell’anno.

Sport e Tempo Libero

In sintonia con il Presidente della commissione di riferimento, il dr. Marco Cantoro si è provveduto ad organizzare al meglio l’utilizzo di tutte le strutture sportive esistenti sul territorio comunale.

Ma ahimè… l’aver percorso in così poco tempo tanta strada deve aver preoccupato chi aveva interesse a non farmi arrivare al traguardo, coloro che, per citare Machiavelli , hanno sempre plagiato il popolo utilizzando la menzogna.

Purtroppo la storia, antica e recente, abbonda di questi “principi” che perpetuano il loro potere propagando promesse irrealizzabili….. ma per quanto tempo ancora?

La ghigliottina è sempre pronta anche per i Re !

Prometto che il mio impegno non finisce qui…anzi.

Buona amministrazione a tutti !”

Antonio dr. Cicerale

Altri articoli

Back to top button