ComunicatiIn evidenza

LA NUOVA GIUNTA COMUNALE È QUASI “FOTOCOPIA” DELLA PRECEDENTE

di DESIO CRISTALLI e MICHELE SALES

Editoriale

E’ il caso di dire: tanto rumore per nulla! Il Sindaco ha nominato da poche ore la nuova Giunta Comunale che, in pratica, ha visto riconfermati sei assessori su sette, con la mancata riconferma del solo Assessore al Bilancio, alle Finanze e ai Tributi MARIO MARCHESE (in quota UDC). Sono rimasti al loro posto SALVATORE MARGIOTTA (anche Vice Sindaco), CELESTE IACOVINO, LUIGI MONTORIO, SIMONA VENDITTI, FELICE CARRABBA e VALENTINASTOCOLA, tutti con le stesse deleghe di prima. L’Assessore MARCHESE non è stato sostituito, per cui le importanti deleghe che aveva (Bilancio, Finanze e Tributi le principali) rimarranno “TEMPORANEAMENTE” (il che significa che potrebbe esserci presto un’altra nomina) nelle mani del Sindaco.

Dicevamo in apertura: tanto rumore per nulla! Infatti, alla luce del rimpasto effettuato dal Sindaco, non risulta molto comprensibile la richiesta di una crisi-verifica firmata dai cinque Consiglieri del PD (con il Presidente del Consiglio Comunale) e dal Segretario locale del Partito efirmata anche dai quattro Consiglieri di LIBERI E FORTI. E’ difficile decifrare cosa sia successo nelle segrete stanze per riconfermare praticamente l’intera Giunta precedente, considerato che, sul piano pratico, non cambierà nulla rispetto a prima, anche perché il Sindaco non potrà certo stravolgere la linea finanziaria e tributaria tenuta dall’Assessore MARCHESE, cioè la linea concordata inizialmente con tutta la maggioranza. Il Sindaco, stando così le cose, sarà ancora più di prima il parafulmine della situazione amministrativa, soprattutto se con le deleghe finanziarie in mano dovesse varare aumenti di tasse comunali.Immaginiamo intanto i commenti pungentidella gente sui due gruppi che hanno di fatto ‘sfiduciato’ la Giunta e che poi, sui vari fronti politici, non sono stati capaci di fare sintesi e trovare nomi alternativi da proporre al Sindaco per nuove nomine. Va ora però anche verificata la reazione dei firmatari del documento di azzeramento della Giunta, perché in casi come questo rimane sempre chi non è soddisfatto del risultato finale e potrebbe riavere, a breve, qualche ulteriore…mal di pancia.Vediamo comunque che succede. Quel che è certo, è che parecchi attuali amministratori di maggioranza dovranno dare più di una spiegazione all’elettorato di Centrosinistra che ha consentito loro di stravincere le ultime elezioni comunali. Aggiungiamo pure che, in casi come questo, un silenzio assordante o anche una risposta pasticciata risulterebbero peggiori di una pubblica e plausibile giustificazione!

Altri articoli

Back to top button