ComunicatiPrima pagina

LA POLITICA SI DIA UNA MOSSA. SAN SEVERO DEVE CRESCERE.

ORA! LEGALE.
La città di San Severo ha una scarsa predisposizione al rispetto delle regole di civile convivenza, in quanto a molti cittadini manca o è sensibilmente ridotto il senso civico. Questo deficit cronico, unito all’altrettanto incallita tendenza  criminale, fa sì che la nostra città balzi agli onori della cronaca per le sue vicende peggiori.

È superfluo ed anche deprimente (tutti sappiamo di cosa si sta parlando), elencare le storture che contraddistinguono la nostra comunità e che offuscano le sue eccellenze.

Invero, se vogliamo crescere ed evitare di sprofondare nell’incubo della depressione, dobbiamo necessariamente eliminare tutto il marcio che ci circonda.

La politica negli ultimi tempi (diciamo trent’anni?) è rimasta immobile, per non dire latitante nella gestione del problema. Anzi ha sempre scelto la strada della tolleranza, come se facesse comodo tenere la città in questo stato.

La realtà è che San severo, dagli anni 90 in poi, ha visto crescere la criminalità e con essa, il malcostume e la mancanza di senso civico. Purtroppo il dibattito politico e sociale odierno, tende a minimizzare se non a negare il problema, adducendo ragioni di tutela dell’immagine della città. Dimenticando però che la reputazione dei sanseveresi è stata compromessa già da tempo, per colpa (e questo è un dato inconfutabile) di alcuni indisciplinati, negletti e felloni cittadini.

Bisogna ripristinare la legalità ad ogni costo, prima di iniziare una sana e ragionevole programmazione economica, che non potrà avere luogo se il malcostume continua ad imperare. Programmazione che consentirebbe di creare un piano di sviluppo economico che garantisca alla città di riassumere quel ruolo guida nel settore agricolo, artigianale e commerciale. San Severo era, per antonomasia, la città del vino e dell’olio, il luogo delle eccellenti maestranze del legno del ferro e del vetro ed infine la città dei negozi.

Pertanto, coloro che deturpano l’immagine della città devono essere isolati e il loro comportamento stigmatizzato, per non dire criminalizzato. E qui entra in gioco anche l’omertà, ma questa è un’altra storia.

Bene, si apra un confronto tra tutte le forze politiche, per affrontare l’annoso problema dell’illegalità a San Severo (lo abbiamo detto più volte da queste pagine).

Noi vogliamo vivere in una città più civile. Punto e basta.
Istituzioni datevi da fare.

LUIGI CENTUORI

Altri articoli

Back to top button