ComunicatiPrima pagina

La Puglia premiata per lo studio di sieroprevalenza della Covid-19. La soddisfazione di Lopalco: «Un riconoscimento di alto valore scientifico»

Di Rosaria d'Errico

Come ogni anno, dal 1991, la Società Italiana di Medicina Trasfusionale e Immunoematologia (SIMTI) ha organizzato quest’anno il Congresso Nazionale sulla Medicina Trasfusionale, tenutosi, su piattaforma virtuale, dal 22 al 24 settembre scorsi.

Numerosi i lavori presentati, 50 presentazioni orali e 201 Poster con sessioni che hanno visto il coinvolgimento dei massimi esperti su territorio nazionale della Medicina Trasfusionale e della Immunoematologia.

Durante la chiusura del  congresso, una giuria di esperti ha stabilito che il Miglior lavoro scientifico a livello nazionale in tema Covid-19 è stato lo studio condotto dalla Medicina Trasfusionale dell’Ospedale San Paolo di Bari, che ha visto il coinvolgimento anche della Medicina Trasfusionale del Policlinico Riuniti di Foggia coordinata dal Dott. Michele Centra.

Così come spiegato dal Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, l’indagine è stata svolta in piena emergenza sanitaria, ed è durata quattro mesi, da ottobre 2020 a febbraio 2021 ed ha visto il coinvolgimento di donatori di sangue di età compresa fra i 18 e i 65 anni. Da tale studio è emerso che, il virus ha circolato in una percentuale variabile con tassi di positività maggiori nella provincia di Bari e Foggia; più nello specifico, dei 36.943 donatori analizzati, 2.030 sono risultati positivi al test sierologico (5,49%), con una significativa differenza in valori assoluti e percentuali di sieroprevalenza fra i donatori delle province di Bari, Lecce e Foggia rispettivamente: 541 (5,90%), 451 (2,74%) e 1.038 (9,15%).

Ai complimenti del Presidente della Regione Puglia, si sono aggiunti anche quelli dell’Assessore Regionale, Pier Luigi Lopalco, il quale si è congratulato con tutto il gruppo coinvolto in questo studio, dichiarando testuali parole: “Da medico e ricercatore e soprattutto da amministratore regionale, la soddisfazione è massima e non posso che fare i più vivi complimenti agli autori dell’articolo dottori Francesco Paolo Antonucci , Michele Centra, Marco Demichele, Nicola Di Renzo, Maddalena Gigante, Tommaso Granato, Valerio Marinelli, Angelo Ostuni, Serena Quagnano, Michele Scelsi e Alessia Sticchi Damiani, e a tutti coloro che hanno contribuito alla ricerca”.

Con orgoglio, l’assessore ha ringraziato tutta la Puglia, il cui contributo è stato fondamentale per il raggiungimento di questo risultato. Ai medici ricercatori, riconosce la capacità di aver coinvolto l’intera rete regionale (dai centri di raccolta ai poli di qualificazione biologica), in maniera coordinata e coerente con gli obiettivi dello studio, fornendo dati circa la presenza di casi asintomatici dell’infezione da SARS-CoV-2.

Altri articoli

Back to top button