ComunicatiPrima pagina

LA STORIA RACONTATA DAL QUIRINALE

di MARIO BOCOLA

Bruno Vespa racconta aneddoti pubblici e privati dei Presidenti della Repubblica

Alcuni li ha conosciuti personalmente intervistandoli, altri li ha studiati e approfonditi con pubblicazioni, articoli, interventi. Bruno Vespa, uno dei più noti giornalisti della RAI, da oltre 25 anni al timone di “Porta a Porta”, ha recentemente dato alle stampe un nuovo bestseller in cui delinea uno spaccato fondamentale della storia d’Italia attraverso i Presidenti della Repubblica Italiana. Quirinale. Dodici Presidenti tra pubblico e privato (Rai Eri, 2021) è il titolo del volume, sul quale campeggia lo stemma della nostra Repubblica, adornato dal Tricolore.

Bruno Vespa passa in rassegna i dodici Presidenti della Repubblica da Enrico de Nicola a Sergio Mattarella raccontando aneddoti di vita pubblica e privata dei Capi di Stato che hanno contrassegnato la storia repubblicanaa fasi alterne nei momenti cruciali e bui della nostra storia recente. Mi riferisco al ruolo determinante che hanno avuto i Presidenti della Repubblica nel passaggio tra la prima e la seconda repubblica e l’avvio, forse, di una terza repubblica con l’avvento e l’affermazione dei partiti cosiddetti “sovranisti”. Tra i compiti affidati al Capo dello Stato dalla Costituzione vi è quello della nomina del Presidente del Consiglio e su proposta di questi dei Ministri, come pure il comando supremo delle forze armate.

Tuttavia ricordiamo che l’Italia è una repubblica parlamentare e i poteri del Presidente sono limitati, in quanto le leggi vengono approvate in Parlamento e il Presidente le promulga. Poi negli ultimi sei mesi del suo mandato al Quirinale il Presidente non può sciogliere le Camere per indire nuove elezioni e, quindi, entra nel cosiddetto “semestre bianco”, un semestre in cui i poteri sono ulteriormente ridimensionati. In Francia, abbiamo la repubblica presidenziale con il Presidente eletto direttamente dai cittadini. Mi preme d’obbligo sottolineare – questo lo si evince in maniera sottile anche nel libro di Vespa – che è giunto il momento di far eleggere direttamente dai cittadini il Presidente della Repubblica.

Dicevamo che il libro passa in rassegna tutti i Presidenti della Repubblica Italiana sottolineando soprattutto come nei primi anni di vita della nostra Italia repubblicana, i capi di Stato sono stati dei semplici “passacarte”, daSandro Pertini (il Presidente della gente), Francesco Cossiga, (il picconatore), a Sergio Mattarella, passando per Oscar Luigi Scalfaro, Carlo Azeglio Ciampi e con i nove anni di mandato di Giorgio Napolitano per giungere a Sergio Mattarella il prestigio del Presidente della Repubblica è cresciuto sia a livello nazionale che internazionale perché ha tenuto dritta la spina dorsale del Paese nei diversi cambi di governo e soprattutto si è puntato alla coesione del Paese.

Non si dimentichi l’accorato appello di Mattarella alla coesione in una Nazione che sta vivendo, ancora oggi, il dramma della pandemia e l’invito pressante sulla ripresa e la resilienza per far ripartire l’economia, affidato alla saggia e lungimirante opera del Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi. Vespa, insomma, ci conduce dentro il Quirinale, attraverso la nostra storia, raccontando aneddoti e curiosità delle elezioni a camere riunite con i rappresentanti regionali, gli incontri “segreti” tra i partiti della Prima Repubblica (DC, PSI, PSDI, PLI, PRI, PCI) e quelli della Seconda Repubblica (LEGA, FORZA ITALIA, PD, 5STELLE), le candidature, in un primo momento avallate dai partiti e poi letteralmente “bruciate” con i voti dei franchi tiratori e le schede nulle.

Vespa ci fa capire com’è frenetico il lavoro di scelta del Presidente della Repubblica, la cui elezione deve essere il più possibile a larga maggioranza e non risicata, indice di debolezza dell’Italia perché la figura del Capo dello Stato rappresenta un sicuro punto di riferimento istituzionale. Ora gli occhi sono puntati sul semestre bianco di Mattarella e la politica si sta già interrogando su chi eleggere al posto di Mattarella. Giochi di potere e scontri politici dei quali Bruno Vespa sicuramente ci terrà al corrente.

Altri articoli

Back to top button