Comunicati

La vertenza di lavoro promossa dai 7 operai licenziati ha avuto un momento di protesta eclatante

La vertenza di lavoro promossa dai 7 operai licenziati  ha avuto un momento di protesta eclatante con la manifestazione svoltasi martedì davanti al Comune, con la partecipazione di Operatori del Sert ASL FG e del Sindacato Usb.

Questa iniziativa ha prodotto un incontro chiarificatore con il Vice-Sindaco delegato;nell’incontro, si è precisato che mai si doveva arrivare a questa situazione di sospensione/licenziamento, in quanto un Servizio collaudato da anni e con finanziamenti certi rivenienti da economie di bilancio, e’ stato messo in una condizione di incertezza e carenza di fondi a causa di scelte che si sono rivelate non sufficienti a garantire continuità lavorativa; va anche sottolineato che il Progetto “cura il verde con amore” vede coinvolti soggetti svantaggiati ed una interruzione dello stesso potrebbe comprometterne  il percorso di reinserimento sociale.

La delegazione dei lavoratori, gli Operatori – e lo stesso Vice-Sindaco – hanno convenuto che, in effetti, non è possibile andare avanti in questo modo, e, soprattutto , non si possono operare differenziazioni di trattamento tra i lavoratori che tengono in piedi i diversi servizi comunali tecnici ed amministrativi, trattandosi di persone che appartengono alla medesima platea storica.

Dopo una approfondita riflessione sulla problematica, il Vice-Sindaco ha preso atto della necessità di risolvere in tempi brevi la vertenza, utilizzando i fondi già previsti in bilancio di previsione in riferimento alla platea storica degli ex socialmente utili.

I lavoratori, dal canto loro, preso atto con soddisfazione del chiarimento avuto con il Vice-Sindaco, hanno deciso di proseguire comunque con lo stato di agitazione, in attesa  dei provvedimenti del Comune e della approvazione del bilancio comunale, nel quale saranno definite e previste le somme necessarie per la loro stabilità lavorativa nell’ambito della platea storica, con l’impegno, altresì, di attivare l’iter per la previsione delle clausole di salvaguardia dettate dalla normativa vigente , da applicare ai lavoratori  dei Servizi che l’Amministrazione vuole portare avanti.

 I lavoratori hanno sottolineato come in questi mesi abbiano più volte  proposto soluzioni tese a dare stabilità al loro lavoro, cui, fino ad ora, non è stata date concreta definizione dall’Amministrazione Comunale.

    Ora si attendono gli atti concreti, il bisogno di riprendere a lavorare dopo tanti anni di servizio e con le famiglie da portare avanti, non può più attendere !

Comitato di lotta per il lavoro

Altri articoli

Back to top button