ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

La viabilità cittadina non è solo un concetto. Il traffico è caotico. Lo “strano” caso di via Pietro Micca.

A San Severo, il concetto di viabilità, spesso trascurato, andrebbe ripreso “di petto” con scelte competenti e anche coraggiose. Scelte coraggiose, può voler dire anche impopolari se realizzano il bene comune della collettività. Tanto, alla fine, il “tuttologo” avrà sempre da ridire e i “soliti” non possono tener in scacco amministrazioni e cittadini. La pedonalizzazione di corso Garibaldi e via Tiberio Solis, nei giorni festivi, resta una priorità, in modo da collegarsi con piazza Allegato e piazza dell’Incoronazione. Aumentano gli stalli di sosta abusivi (i paletti che si vedono spuntare davanti le abitazioni), aumenta l’occupazione arbitraria del suolo pubblico: Dov’è il controllo? Si era in attesa di vedere realizzato il nuovo Piano del traffico, discusso in diversi incontri con le associazioni (di categoria, volontariato e semplici cittadini) ma sembra essere congelato. Ci sono alcune arterie che andrebbero rese a senso unico (come tutta via Iannarelli e altre). Poi, c’è lo “strano” caso di via Pietro Micca. Tutta percorribile a “senso unico” (direzione via Minuziano verso via Giusti), tranne in pochi metri che conducono in piazza Severino Leone: Perché? Chi ha autorizzato, al Comune, in pochi giorni di agosto del 2017? I residenti di piazza Severino Leone, penalizzati, tra l’altro, dall’ingiustificato provvedimento che ha stravolto la naturale viabilità, lo stanno chiedendo da un anno agli uffici interessati. La prova provata è il segnale che indica l’attraversamento pedonale lasciato in modo improprio nell’originale senso di percorrenza delle auto.

Beniamino PASCALE

Altri articoli

Back to top button