In evidenza

L’Alius batte l’Invicta Brindisi e difende il 5 posto

In una giornata caratterizzata dai colpi a sorpresa di Ruvo e Santeramo, che battono due squadroni d’alta classifica come Foggia e Manfredonia, l’Alius riesce a rispettare il pronostico e si impone sull’Invicta Brindisi di coach Cozzoli, giunta a San Severo senza particolari patemi, già sicura della salvezza diretta e forse per questo più pericolosa.

 

Pur privi di Cristofaro e Minghetti, i biancazzurri mettono i brividi per lungo tempo ai ragazzi di Panizza, ribattendo colpo su colpo i primi tentativi di allungo dei padroni di casa, anche se mai passando in vantaggio. Panizza schiera subito Bastoni, Beltran e  Ulano, insieme alla coppia di lunghi Bjelic/Filippini. Cozzoli risponde con Botrugno,  Castellitto, Rizzo, Cobianchi e Licciulli. Subito si capisce che i lunghi di casa la faranno da padrone ed infatti le prime azioni sono tutte per loro (13 punti di fila per i numeri 11 e 14 in biancoverde) mentre le realizzazioni dei brindisini vengono quasi tutti da tiri dal perimetro. Così dopo una prima accelerata dei padroni di casa sull’ 11-8, le squadre si ritrovano in parità con lo score di 15-15 grazie ad una tripla di Castellitto. Panizza alza la voce coi suoi e manda in campo il 96 Di Santo che risponde bene sia in difesa, sia in attacco realizzando 4 punti di fila. E’ la sferzata che ci voleva. La squadra si riprende ed allunga con Bjelic che fissa il primo parziale sul 24-19. Si torna in campo e la precisione dalla lunga di Castellitto e Cobianchi è compensata dalla prova del lungo montenegrino che mette a segno una striscia di 9 punti, seguiti da una tripla di Alessandro Ulano, che nel primo quarto aveva dovuto lasciare il campo per una ferita al labbro inferiore. Si arriva al 39-28 con un canestro da sotto di un Filippini in gran spolvero prima che gli ospiti siano capaci di organizzare una reazione. Castellitto fa canestro ogni volta che alza le mani (5 le sue triple per 30 punti totali a fine gara). Sulla sirena di metà partita è però un canestro di Beltran a portare al massimo vantaggio (48-36). L’Alius sembra essersi scrollata di dosso i fantasmi di una partita presa pericolosamente sottogamba. La seconda metà della gara vede i padroni di casa dilagare su una squadra che non ha più nulla da chiedere al match. Filippini (per la prima volta autore di 30 punti con un ottimo 14/16) e Bjelic (29 punti per lui), giganteggiano in un’area avversaria orfana di Cristofaro. Di Santo sfrutta il minutaggio concessogli e segna ancora, sfiorando la doppia cifra. Si giunge all’ultimo quarto sul 72-56 ed è allora che il divario diventa una voragine con gli ospiti stremati capaci di raggranellare solo 7 punti in 10 minuti per un 90-63 finale che soddisfa i padroni di casa quanto le notizie provenienti da Ruvo di Puglia, dove i ragazzini terribili hanno domato lo squadrone Diamond che adesso è a soli 2 punti di distacco, così come l’Olimpica Cerignola, mentre il Fasano segue a due lunghezze. Saranno 40 minuti appassionanti il 27 aprile sul campo di Foggia  in una gara il cui risultato, combinato con quelli di Ostuni-Olimpica e di Udas-Fasano, potrà portare i biancoverdi al paradiso del terzo posto o all’inferno del sesto. Nel frattempo  l’Alius Basket augura a tutti gli sportivi una serena e santa Pasqua.

 

 

Nuova Alius San Severo – Invicta Brindisi 90-63 (24-19, 24-17; 24-20, 18-7)

Alius San Severo: Beltran 5, Ciavarella 4, Bastoni 2, Miglio 2, Filippini 30, Bjelic 29, Daniel 4, Ulano 6, Iannelli, Di santo 8. All.re Panizza. Vice All.re Leggieri

Invicta Brindisi: Leo, Castellitto 30, Rizzo 4, Licciulli, Bagordo 5, Cobianchi 9, Roma 1. All.re Cozzoli

Arbitri De Tullio e Soldano.

5 falli: nessuno – Fallo antisportivo a Filippini – Fallo tecnico a Miglio e Cobianchi

Altri articoli

Back to top button