In evidenza

LALLO: “aumento Tares stop alla strumentalizzazione”

Aumento Tares, Lallo: “Stop alla strumentalizzazione dei bisogni e delle difficoltà economiche. Il centrodestra pronto a lavorare per diminuire la pressione fiscale. Plauso al Commissario prefettizio Miscia

per l’ipotesi di proroga.

“La querelle circa la quarta rata della Tares non può diventare un’occasione per accaparrarsi qualche voto, né lo strumento attraverso il quale far leva sul disagio economico dei cittadini di San Severo. Bene ha fatto l’ottimo Commissario prefettizio dott.ssa  Nicolina Miscia a prendere in considerazione una proroga, quanto mai necessaria per i cittadini e per gli stessi uffici, al fine di dipanare dubbi ed errori rivenienti dall’applicazione di una tassa di per sé complessa e, nel contempo, a dar modo ai nostri cittadini di poter usufruire delle previste rateazioni”. È quanto dichiara Leonardo Lallo, candidato della coalizione di centrodestra alla carica di sindaco di San Severo.

Al fine di evitare ulteriori strumentalizzazioni da parte degli altri competitori politici è necessario chiarire che il sottoscritto, dopo l’approfondito lavoro svolto nella Commissione consiliare adita, insieme a pochissimi altri consiglieri di minoranza (quelli che adesso parlano dov’erano?), nella seduta di Consiglio comunale del 27 novembre 2013 si è astenuto sulla deliberazione n. 63 – “APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO DEL TRIBUTO SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI (TARES)” ed è stato assente nella votazione della delibera n. 64 “APPROVAZIONE DEL PIANO FINANZIARIO E DELLE TARIFFE DEL TRIBUTO SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI (TARES) PER L’ANNO 2013”.

“Fatte queste precisazioni, va comunque evidenziato che l’aumento della Tares che la nostra comunità ha subìto è legata, senza ombra di dubbio, ad un mix di fattori. Da un lato normative nazionali cambiate rapidamente e spesso in modo non troppo chiaro con grave ed improvvisa riduzione dei trasferimenti erariali, dall’altro le difficoltà dei comuni nella valutazione ed applicazione della nuova tassazione, nonchè i ritardi negli adempimenti burocratico-amministrativi di competenza locale – afferma Lallo –.

Ora, però, il tema che la politica ha di fronte non è come strumentalizzare le difficoltà economiche delle famiglie e degli operatori commerciali di San Severo, bensì come trovare una strada che ci permetta di diminuire la pressione fiscale futura, ricorrendo a correttivi soggettivi ed oggettivi della nuova forma di tassazione, anche mediante la razionalizzazioni dei costi dei servizi e sfruttando l’alta percentuale di raccolta differenziata, merito dell’impegno e del senso di responsabilità dei nostri cittadini, che fa di San Severo un’eccellenza sul tema in tutta la Puglia.

Sono fermamente convinto che si tratta di un obiettivo che possiamo raggiungere. Servono, dunque, nuovi e più efficaci meccanismi di premialità per le famiglie numerose e gli esercizi commerciali, ad esempio. Così come occorre operare una seria revisione del contratto di servizio e, dunque, dei costi sostenuti per la raccolta dei rifiuti”.

“Il centrodestra lavorerà per elaborare soluzioni e dare risposte alle legittime istanze poste dalla comunità di San Severo – evidenzia Leonardo Lallo – sottraendosi alla strumentalizzazione dei bisogni che tanta parte sta giocando in questo inizio di campagna elettorale. Non saremo mai lo schieramento che farà leva sulle emergenze sociali per cercare di raccattare qualche voto in più. Questa logica non ci appartiene – conclude il candidato sindaco del centrodestra –. E invitiamo i cittadini a diffidare da quanti usano le loro difficoltà come un bancomat elettorale. La differenza tra la serietà, il buongoverno e la vuota propaganda si misura anche da questi piccoli indizi”.

Altri articoli

Back to top button