ComunicatiIn evidenza

L’AMORE OLTRE OGNI CONFINE. DUE ANZIANI CONIUGI RICOVERATI PRESSO IL “LASTARIA” DI LUCERA.

di Elisabetta Ciavarella

Si tratta di una storia commuovente quella che vede protagonisti due anziani coniugi senza figli, ma solo nipoti, di cui lei ottantaquattro anni e lui novantuno.
“DA SOLA NON CI STO”, aveva reclamato la moglie fedele e vicina anche nella malattia, chiedendo di essere ricoverata insieme al marito.

Di fronte a tale richiesta il Direttore del polo geriatrico della Struttura complessa di Medicina Riabilitativa del plesso “Lastaria” di Lucera, dr. Massimo ZANASI, si è comportato in modo amorevole permettendo ai due coniugi foggiani di restare insieme nella stessa stanza interna alla struttura ospedaliera, ma più decentrata.
Dato il legame di consanguineità dei due pazienti inoltre, non c’è stato alcun problema con le norme di sicurezza sanitaria.
“Un ospedale che cura solo le ferite del corpo diventa riduttivo. Mi è sembrato doveroso che questo momento, anche duro, non sia regolato da freddi parametri medici, ma scaldato dall’affetto di chi ti ha accolto per tutta la vita, comunque vada a finire. È stata una scena molto tenera ed emozionante”, ha dichiarato il Direttore ZANASI, dimostrando quei valori che dovrebbero accompagnare ogni medico che si dedichi umanamente al proprio lavoro.

Altri articoli

Back to top button