Comunicati

L’ASSOCIAZIONE PRO LESINA MARINA INVITA IL COMUNE ALLA COLLABORAZIONE

CI E’ PERVENUTO IN REDAZIONE, DA PARTE DELL’ASS. PRO LESINA MARINA, UN INVITO ALLA COLLABORAZIONE INDIRIZZATO AL COMUNE DI LESINA. ECCO IL COMUNICATO FIRMATO DALL’ING. ANTONIO PALMA:
“GENT.MO SIG. SINDACO DEL COMUNE DI LESINA — OGGETTO: MANIFESTAZIONE DEL 10 AGOSTO 2016 – RICHIESTA DI PROFICUA COLLABORAZIONE PER LE SORTI DI MARINA DI LESINA.
PREMESSA — Di seguito sono riportate le richieste dell’Associazione PRO LESINA MARINA e di tutti i partecipanti alla Manifestazione del 10 AGOSTO scorso. A scanso di equivoci vogliamo dire che non siamo qui solo per protestare, ma che protesteremo finché il Comune di Lesina non collaborerà con noi. NOI AMIAMO PROFONDAMENTE MARINA DI LESINA e pensiamo che lo stesso sia per i Lesinesi, per il Sindaco e per tutta l’Amministrazione che rappresenta. Se siamo sulla stessa barca non vogliamo essere più considerati NEMICI. Il territorio di Lesina è unico ed i finanziamenti non devono servire a risolvere SOLO I PROBLEMI DI LESINA, negli ultimi anni diventata molto bella. Per avere più disponibilità economiche occorre VALORIZZARE MARINA DI LESINA, che da tanti anni è in uno stato di abbandono. Marina di Lesina non può continuare ad essere l’unica località d’Italia dove il valore catastale è molto superiore a quello di mercato. Le case devono tornare a valere i soldi spesi con i sacrifici di una vita. A breve inizieranno i lavori sul Canale Acquarotta ed è un’occasione da non perdere per rilanciare la nostra Marina. Il dissesto idrogeologico, determinato da cause dipendenti dalle Istituzioni pubbliche, si è dimostrato solo una GROSSA SPECULAZIONE alimentata da poteri che non conosciamo, anche perché dopo 22 anni le case sono tutte integre. E per il rilancio è necessario individuare e punire i MANDANTI DI ATTACCHI AD OROLOGERIA (pubblicità contraria con i soldi della Regione Puglia, vergognoso servizio di Sabato 30 Luglio 2016 sul TG1 ed articolo de La Gazzetta del Mezzogiorno del 1° Agosto 2016 che parla delle analisi di Goletta verde), che stanno esercitando una azione devastante.
Quali le motivazioni e le richieste scaturite da questa Manifestazione? Eccole:
a) ​Raccolta rifiuti e pulizia delle strade efficiente PER TUTTO L’ANNO visto che si pagano somme equivalenti o superiori alle nostre città, dove tutto funziona perfettamente; non è possibile che il Contratto per la raccolta inizi il 1° AGOSTO con una nuova Ditta o che si paghino subito le pattumelle anche se il pagamento della TARI può essere effettuato entro il 30 SETTEMBRE. Perché la raccolta differenziata è stata decisa di farla con pattumelle anche in Condomini con 150 appartamenti? In certe zone ci sono discariche a cielo aperto permanenti con ratti grandi come gatti… I proprietari di Marina di Lesina, presenti pochi mesi all’anno, non possono pagare la TARI come gli abitanti di Lesina. Come primo atto è necessario liberare l’intero territorio dai rifiuti, esistenti da decenni, per i quali non sono mai perseguiti i responsabili.
b)​Le strade non sono sicure e si cammina con grave pericolo.
c)​La fogna bianca è da completare per funzionare e la nera ha seri problemi.
d)​Il depuratore non funziona, scarica nel sottosuolo ed inquina la falda!!!
e)​Spiagge libere e pineta non possono essere pulite grazie al buon cuore dei privati perché sono una delle principali bellezze del territorio.
f)​Occorre perseguire chi fa PUBBLICITÀ NEGATIVA contro Marina di Lesina denunciando anche la Regione che finanzia i detrattori.
g) Manca un Ufficio del Comune .
h)​Mancano un Bancomat ed un Distributore di benzina.
i)​Gli esercizi commerciali devono operare a turno fino al 30 Settembre.
j)​Sollecitare l’inizio dei lavori sul CANALE ACQUAROTTA ed esercitare il controllo perché i lavori siano eseguiti correttamente.
k)​Occorre pressare la Regione Puglia perché venga fatto quanto prima l’Appalto per i LAVORI DI IMPERMEABILIZZAZIONE del Canale Acquarotta, senza dei quali il problema del dissesto idrogeologico si riproporrà nel tempo.
l)​RENDERE FUNZIONANTE IL DISTRETTO URBANO DEL TURISMO di Lesina ed eliminare le foglie secche che ne impediscono il funzionamento; attualmente è diventato SOLO UNA PAGINA DI FACEBOOK e, dopo le prime due riunioni del 2015, è calato il silenzio.
m)​INQUINAMENTO DEL MARE DI MARINA DI LESINA per apertura delle chiuse del Canale Acquarotta senza un minimo controllo delle acque.
n)​Una volta acclarato che il dissesto idrogeologico, che ha causato danni gravissimi ai proprietari, è stato causato dalle ISTITUZIONI, occorre passare alla fase dei RISARCIMENTI.
o)​Gravi attacchi dei media a Marina di Lesina (Guida della Regione Puglia finanziata dalla Regione stessa, TG1, Goletta verde, ecc.).
CONCLUSIONI — CI SI ASPETTA DAL COMUNE UNA FORMA DI COLLABORAZIONE CONCRETA ED IMMEDIATA CON LA NOSTRA ASSOCIAZIONE ED UNA PRESENZA ATTIVA SUL TERRITORIO PER RAGGIUNGERE I COMUNI OBIETTIVI CON BENEFICI PER TUTTI, A COMINCIARE DA LESINA. I PROPRIETARI DANNO LA PROPRIA DISPONIBILITÀ PER UN AIUTO CONCRETO AL COMUNE E SI ASPETTANO CHE IL COMUNE UTILIZZI QUESTA OPPORTUNITÀ METTENDO A CALENDARIO SUBITO LA REALIZZAZIONE DELLE IMPORTANTI RICHIESTE ESPOSTE.
ing. ANTONIO PALMA
ASS. PRO LESINA MARINA

Altri articoli

Back to top button