ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

Le emozioni e la malinconia del giovane sanseverese Roberto prendono forma in “Nu ricord” interpretato da Gianni Vezzosi

Il ricordo del padre scomparso è diventato una canzone che sta spopolando sui social. Il brano in pochi giorni ha realizzato circa 35mila visualizzazioni su You Tube. La canzone “Nu ricord” è interpretata dal noto cantante neomelodico Gianni Vezzosi e racconta la tristezza di Roberto per non aver avuto la possibilità di conoscere il Papà perché deceduto tragicamente quando lui aveva solo 2 anni. Un testo accorato e denso di sentimenti realizzato da Macris che ha composto testo e musica per l’amico Roberto e che il cantante Vezzosi ha voluto interpretare senza tentennamenti. Il brano musicale descrive l’aspetto, la personalità  e il carattere del genitore deceduto che il 21enne Roberto, sanseverese di adozione, ha messo insieme grazie a racconti, aneddoti e informazioni ottenute da mamma. La canzone riferisce di sogni e speranze che il giovane avrebbe voluto condividere con il papà ma che non è stato possibile a causa di un destino crudele. “Papà mi manchi” è il filo conduttore che si materializza nell’animo di chi ascolta il brano. Al genitore che doveva essere prima compagno di giochi e poi punto di riferimento, l’autore ha scritto raccontandosi, esprimendo il dolore ed il rammarico di non averlo mai potuto abbracciare. Una sensibilità d’animo che ha fatto breccia nei cuori di 30mila utenti del noto social che hanno voluto ascoltare in silenzio il dolore che Roberto ha deciso di raccontare a tutti attraverso le note della canzone, affidando l’esecuzione ad un maestro del genere neomelodico. Una decisione intima dimostrata dal fatto che Roberto e l’autore preferiscono mantenere l’anonimato traendo soddisfazione dai commenti appassionati che gli utenti lasciano sul canale You Tube.

Link della canzone: https://www.youtube.com/watch?v=Bwc64qi6YJ4

Altri articoli

Back to top button