ComunicatiIn evidenza

LESINA: la mensa parrocchiale vicina agli ultimi anche durante il Natale, don Luca: “Nessuno rimanga escluso dalla vita sociale.”

Le festività natalizie che ci apprestiamo a salutare ci hanno consegnato un contesto sempre più difficile e isolato, in cui la pandemia ha aggravato situazioni già emergenziali, e a farne le spese non sono solo le periferie delle grandi città ma soprattutto i piccoli centri; lo sa bene don Luca di Domenico, da cinque anni parroco della Chiesa “Maria SS. Annunziata” di Lesina (FG).

Una località, quella di Lesina, che dagli anni ’90 è interessata da fenomeni di immigrazione, sia proveniente dall’Europa dell’est che dal nord Africa, decine di persone a cui la parrocchia di questo piccolo centro ha aperto le porte.

Su questo il giovane parroco è molto chiaro: “C’è bisogno di un impegno sempre maggiore affinché nessuno rimanga escluso dalla vita sociale, ecco perché, attraverso le più svariate iniziative, sosteniamo con la Caritas e le altre associazioni parrocchiali diversi nuclei familiari, italiani ed extracomunitari, che sono in una situazione di insostenibile indigenza.

Per questo presso i locali pastorali in collaborazione con il gruppo Famiglie parrocchiale è operativa anche una mensa, – operativa anche durante questo periodo di feste – che cerca di dare ulteriore conforto a chi non riesce a mettere insieme nemmeno un pasto caldo!”

Questo secondo Natale caratterizzato dall’emergenza sanitaria, se da un lato ci sta costringendo a limitare la nostra socialità, ci ha anche fatto riscoprire dei gesti semplici e concreti con cui stare vicini al prossimo anche con poco.

Altri articoli

Back to top button