ComunicatiPrima pagina

LESINA: DON LUCA “UN PIATTO CALDO NON SI NEGA A NESSUNO”

“UN PIATTO CALDO NON SI NEGA A NESSUNO”, è un detto da poter coniare in qualunque occasione per estendere propositi di bontà ed altruismo.

In questo caso ci pensa lui, don Luca DI DOMENICO, il parroco che a Lesina ha creato la mensa parrocchiale per i bisognosi.

L’iniziativa è partita dalla Chiesa “Maria della SS. Annunziata” di Lesina, in collaborazione con il Gruppo Famiglie.
L’opera caritatevole prosegue durante tutte le domeniche e ospita cittadini italiani ed extracomunitari.

Don Luca segue ormai da sempre un motto: “NON PER APPARIRE, MA PER ESSERE”.
Da circa quattro anni è il Parroco della Chiesa “Maria della SS. Annunziata”, un’imponente costruzione di stile greco-romano, presente a Lesina, un Comune che dagli anni ’90 è stato interessato da fenomeni di immigrazione provenienti dal Nord Africa e dall’Europa dell’est.

Don Luca, consapevole delle situazioni di disagio in cui versano tanti bisognosi, ha offerto ospitalità
presso il centro parrocchiale, dichiarando: “C’è bisogno di un impegno maggiore affinché nessuno rimanga escluso dalla vita sociale. Ecco perché, attraverso le più svariate iniziative, sosteniamo con la Caritas e le altre Associazioni Parrocchiali diversi nuclei familiari, italiani ed extracomunitari, che sono in una situazione di insostenibile indigenza”.

Dunque, dal 2 dicembre 2018 e durante tutte le domeniche, presso i locali pastorali, con la collaborazione del Gruppo Famiglie: “E’ operativa una mensa, che cerca di dare ulteriore conforto a chi non riesce a mettere insieme nemmeno un pasto caldo”, sottolinea don Luca.

Vengono serviti primi, secondi e contorni, ma soprattutto viene elargita ‘UMANITÀ’ in un periodo prossimo al Natale, in cui essere buoni è sempre più difficile.

Purtroppo le festività spesso cadono in periodi di ristrettezze economiche, dove anche dispensare carità diventa quasi impossibile.
I tempi odierni hanno messo, anzi continuano a mettere a dura prova la stragrande maggioranza delle famiglie.
Il lavoro che manca, figli e padri di famiglia che espatriano in cerca di un futuro e chi resta si trova a stringere i denti…

Ma don Luca, dall’animo sensibile e caritatevole, inizia con un buon esempio.
Per un attimo, dimentichiamo allora l’aria arida dei tempi ed offriamo almeno un pasto caldo.
Del resto…
“UN PIATTO CALDO NON SI NEGA A NESSUNO”.

Ed un giorno, potremmo essere noi in cerca di una sedia dietro quel banchetto.

Elisabetta Ciavarella

Altri articoli

Back to top button