ComunicatiIn evidenza

LETTERA DEL PRESIDENTE DELL’ANTICA CANTINA AL CONSORZIO DI BONIFICA DELLA CAPITANATA

Gentile Direttore Generale dott. FRANCESCO SANTORO, sono CIRO SALVATORE CALIENDO, Presidente dell’ANTICA CANTINA di San Severo. Le scrivo questa mia,per fare a lei in prima persona e poi anche al Presidente, al Vicepresidente e all’Amministrazione tutta di anticipare a maggio l’assegnazione di piccole quantità di acqua per ettaro per fare i trattamenti. Tale assegnazione non comporterebbe alcun danno all’ente poiché stiamo parlando di 5-10mc per ettaro. L’annata 2019-2020 per noi soci(300 viticultori circa, con estensione di 1000 ha circa di vigneto) rappresenta un annata da trascrivere sui libri biblici. In primis ad ottobre abbiamo subito quell’attacco vandalico che ha causato un enorme sversamento di vino, provocandoci ingenti danni di diverse centinaia di migliaia di euro; dopo circa quattro mesi grazie alla solidarietà (economica) donataci e disponibilità finanziarie da parte di istituti bancari e risarcimento, abbiamo cercato di coprire gran parte della perdita ma come fulmine a ciel sereno è  arrivato il coronavirus, portando ad un collasso commerciale dovuto soprattutto alle restrizioni prese (per il bene di tutti) dal Governo, senza dimenticare che da novembre fino a qualche settimana fa, abbiamo attraversato un grave periodo siccitoso. La mancanza dell’uso di acqua consortile per i trattamenti, significherebbe non poter fare i trattamenti con la tempestività necessaria per prevenire e curare malattie fungine, non solo per i viticoltori della Cantina che rappresento ma per tutti. La mancata tempestività dei trattamenti o addirittura l’assenza di essi(ci sono zone dove i pozzi non hanno acqua a causa della siccità),comprometterebbe tutta la produzione vitivinicola e orticola, provocando nette diminuzioni produttive nonché prodotto di scarsa qualità. In tal caso conseguirà un periodo di recessione economica, aggravando ulteriormente l’economia delle aziende, oltre che un impoverimento del territorio. Egregio Direttore, la situazione è molto delicata. Per tutti i motivi sopracitati, faccio a Voi la richiesta di anticipare a MAGGIO l’erogazione dell’acqua necessaria per i trattamenti. Concludo aggiungendo che se l’Amministrazione del CBC si confrontasse con tutte le associazioni di categoria, questeconfermerebbero quello che io ho fin qui sostenuto. Ringrazio per la disponibilità ed in attesa di un rapido riscontro approfitto per porgere i miei più cordiali saluti. — San Severo, 19 aprile 2020 —

CIRO S. CALIENDO

Pres. Antica Cantina

di San Severo

Altri articoli

Back to top button