CulturaPrima pagina

L’IGIENE ORALE AIUTA A CONTRASTARE IL VIRUS

di Eloisa Vigliaroli

In attesa di un vaccino per debellare il virus SARS- CoV2 è importante proteggersi anche con piccoli sforzi quotidiani partendo dalla propria bocca zona che normalmente ospita un complesso microbioma composto da batteri,funghi e virus. Bastano pochi euro,un pochino di attenzione nei dosaggi e la voglia di procedere con costanza a sciacqui e scrub orali. E’ un metodo indicato per tutti dai bambini agli anziani agli immunodepressi,ovviamente si tratta di semplici indicazioni in attesa che queste possano essere tutte testate da una accurata ricerca scientifica e capire se quella che è una idea preventiva puo’ tramutarsi in un protocollo che possa fare scuola. Sappiamo bene che il contagio e’ sostenuto principalmente attraverso il contatto stretto con persone portatrici del virus asintomatiche, e che noi tutti se non ci siamo sottoposti a test sierologici rapidi o a tampone in questa fase secondaria potremmo essere portatori asintomatici. Cosa fare da un punto di vista odontoiatrico? Intanto occorre procurarsi del perossido di idrogeno al 3% 10  volumi, una bottiglia di vetro da un litro, del colluttorio alla clorexidina 0,2% e 0,12% e delle garze. Sono tutti prodotti facilmente reperibili in farmacia o nella grande distribuzione.Versare nella bottiglia l’intero contenuto di una confezione di perossido di idrogeno di 200 ml. Utilizzare il contenitore dell’acqua ossigenata, dopo averlo svuotato, per riempirlo di acqua per due volte e versando nella bottiglia 400 ml di acqua si otterra’ una soluzione di perossido di idrogeno all’1%, pronta all’uso. L’utilizzo combinato di clorexidina e perossido ha una doppia azione : ossidativa e antisettica. La clorexidina ha ampie capacita’ nel ridurre la presenza di microrganismi ed è in grado di aggredire virus e disattivare alcuni loro enzimi, si cerca in pratica,e dopo lo vedremo nel dettaglio, tramite gargarismi di eliminare il patogeno alle porte  tentando di impedire che i germi nel cavo orale possano diffondersi nella trachea nei bronchi e nei polmoni. La clorexidina e’ anche una delle sostanze piu’ efficaci nell’inattivare virus riducendo enormemente la possibilita’ di contagio con la saliva. L’effetto antivirale della clorexidina puo’ persistere fino a molte ore dopo lo sciacquo. La procedura da eseguire e’ di seguito illustrata. Eseguire un primo sciacquo di 30 secondi con la soluzione preparata di perossido di idrogeno all’1%, dopo di che effettuare un gargarismo di 15 secondi senza risciacquare al termine. Versare in un bicchiere collutorio con clorexidina allo 0,2% in quantita’ sufficiente per due sciacqui : circa 15 ml di prodotto non diluito. Eseguire uno sciacquo iniziale di 30 secondi seguito da un secondo sciacquo di 40 secondi con un gargarismo finale di 15 secondi. Al termine di questi 3 sciacqui e 2 gargarismi usare una prima garza delle due preparate, avvolgerla attorno al dito della mano dominante ed intingerla in un bicchiere contenente collutorio alla clorexidina allo 0,12% eseguire poi un movimento a rullo dal rosso della gengiva alla corona dei denti in maniera sistematica cercando di interessare un dente alla volta iniziando dal dente piu’ posteriore presente nell’arcata mascellare destra(nell’aspetto esterno/vestibolare) e immediatamente dopo aspetto palatale a seguire arcata mascellare di sinistra e cosi via anche per l’arcata mandibolare. Con la seconda garza sempre dopo averla avvolta attorno all’indice della mano dominante si detergono le mucose orali parte interna del labbro sia superiore che inferiore, superfici interne di entrambe le guance lingua aspetto dorsale e ventrale e palato duro.

Altri articoli

Back to top button