Comunicati

Lo spumante d’Araprì e il video della sua produzione, ambasciatori della Puglia al Vinitaly.

Lo spumante di San Severo è un brand che si sta imponendo sui mercati. Se esiste, però, uno spumante di San Severo, il merito è da attribuire a tre amici (Girolamo d’Amico, Louis Rapini e Ulrico Priore) che ci hanno creduto dalle prime “note”, dalle prime bollicine: d’Araprì. Al Vinitaly di Verona, d’Araprì è stato ambasciatore del territorio, con un video realizzato dalla Regione Puglia: “Siamo stati scelti dalla Regione Puglia, perché siamo un’azienda legata all’artigianalità e che promuove il territorio sanseverese, la Daunia e la Puglia, oltre che per il ‘Bombino’ bianco e gli altri vitigni, che sono la base del nostro spumante. Un video in cui emerge la peculiarità territoriale; dove il mare, i laghi e la montagna, la fanno da padrone, insieme alla vite e l’olivo. Molti operatori del settore ci guardano. Lo spumante di San Severo è, come area geografica, una tipicità del territorio”. Alcune anticipazioni su ciò che lo spumante sta facendo sorgere a San Severo. “Stiamo lavorando per la nascita di un consorzio con tutte le aziende sanseveresi che producono spumante – ha evidenziato Ulrico Priore – Dopo il Vinitaly ci riuniremo per definire il percorso. La nascita di un consorzio è complicata ma pur essendo tutti dei piccoli produttori, lo finanzieremo noi”. Nel video proiettato nel padiglione della Puglia, si vede chiaramente, il territorio, il lavoro in vigna, la nascita dello spumante di San Severo e ogni altro dettaglio che emergere la qualità artigianale delle bollicine. Girolamo d’Amico ha presenziato alla “prima” del video, a Verona: “Il breve filmato è un progetto dell’assessorato all’Agricoltura della Regione Puglia, con l’assessore Leo Di Gioa, che mira a favorire l’internazionalizzazione delle piccole-medio aziende che da sole non possono reggere i costi di eventi importanti come quello di Verona, ad esempio. Siamo stati nei padiglioni istituzionali e il format è quello del: Puglia wine world dove giravano gli spot sui principali network”. Le considerazioni di Girolamo d’Amico, tanto sulle finalità de video, quanto sulla presenza al Vinitaly: “La Regione Puglia ha scelto come esperimento del format e come ambasciatori, il nostro video e la nostra azienda. Lo spot di circa 5 minuti, è stato presentato nel padiglione della Puglia, al Vinitaly, insieme alla degustazione del d’Araprì. Il video, girato su input della Regione Puglia, a pochi giorni dall’importante rassegna internazionale, contiene anche i sottotitoli in inglese, in modo che può essere immesso in tutti i canali istituzionali”. Le conclusioni del “francese” Louis Rapini: “Per quanto ci riguarda, la cosa ci ha molto molto piacere. Siamo stati onorati di essere stati apripista e ambasciatori della Puglia, con lo spumante legato al territorio di San Severo per la promozione del vino bianco. Chiaramente il tutto ha visto la peculiarità del territorio del paesaggio. Un buon viatico per San Severo, la Daunia, e la Puglia”. La filosofia d’Araprì: “Si dice che un piacere sia completo se i cinque sensi sono coinvolti dall’esperienza. È il caso dello spumante. Il piacere deve regnare sovrano e, inoltre, ognuno beve quello che si merita”. Il tutto, all’interno anche degli appuntamenti di chiusura degli eventi culturali (restano ancora quelli del 22 e del 30): d’Araprile in cantina.
Beniamino PASCALE

Altri articoli

Back to top button