Comunicati

“L’Ospedale di San Severo, analisi e proposte per migliorare il servizio sanitario locale”

Questo è stato il tema dell’incontro promosso dal Movimento 5 Stelle svoltosi nella sala conferenze della Casa di Riposo “Concetta Masselli” di San Severo.
Hanno partecipato la parlamentare del collegio di San Severo on. Carla Giuliano del Movimento 5 Stelle, componente della commissione Giustizia della Camera dei deputati, l’on. Rosa Menga (M5S) componente della Commissione Sanità della Camera dei Deputati ed il consigliere regionale Mario Conca (M5S) membro della Commissione Sanità e Bilancio della Regione Puglia.
ha introdotto i lavori Gianni Mazzeo, Attivista storico, il quale, dopo aver ricordato alcune importanti iniziative politiche: la mobilitazione per avviare i lavori della fogna bianca (operazione Noè), stop all’ impianto di compostaggio, gazebo informativi sullo stop ai vitalizi, sul decreto spazza-corrotti, l’iniziativa di solidarietà: “Giocattoli in movimento” e i documenti su legalità, gestione del verde urbano; occupazione degli spazi pubblici, la questione ambientali cittadina, contro le discriminazioni delle società sportive al Ricciardelli; ha voluto precisare il senso della conferenza: evitare l’ulteriore declassamento del nostro ospedale; migliorare i servizi e le strutture sanitarie del territorio già esistenti evitando nuove costruzioni periferiche con sperpero di 5,5 milioni di euro che devono invece essere utilizzati per migliorare e recuperare le strutture già esistenti.
I Portavoce del Movimento si sono confrontati con esponenti sindacali ed operatori del settore sanità sulle problematiche che attanagliano il nosocomio sanseverese ed i sevizi territoriali.
“L’incontro è stato una importante occasione per confrontarci con i cittadini riguardo alle problematiche legate alla gestione della rete dei servizi sanitari e al funzionamento dell’ospedale di San Severo che, è opportuno ricordarlo, abbraccia un bacino di utenza molto ampio che va dal sub-appennino all’alto tavoliere ed alcuni paesi del Gargano. Inoltre ha contribuito a chiarire gli ambiti di competenza di stato, Regione e ASL grazie agli interventi dei colleghi Rosa Menga e Mario Conca. Il decreto “Spazza-corrotti” varato dal Parlamento recentemente, andrà certamente nella direzione di ridurre gli sprechi e la corruzione anche in campo sanitario che, com’è noto, assorbe buona parte del bilancio delle Regioni; gli appalti in Italia costano mediamente il 20% in più rispetto agli paesi europei.
Durante il confronto sono stati illustrati gli investimenti nel settore Sanità che il Movimento 5 stelle ha inserito nella legge di bilancio, per esempio 350 milioni voluti dal Ministro della Sanità Giulia Grillo per potenziare i servizi di prenotazione in modo per tagliare le liste di attesa.
È stata anche affrontata la problematicità del D.M. 70 in merito alla classificazione degli ospedali in base alle prestazioni erogate, l’on. Rosa Menga ha citato alcuni principi esplicati in tale decreto che sono condivisibili ma che non trovano sempre applicazione nella realtà, come nel caso dell’ospedale di San Severo. Mario Conca ha evidenziato le tante incongruenze e sprechi della Regione Puglia, basti pensare ai 300 milioni (60 milioni solo nella nell’ ASL Foggia) di mobilità passiva che vengono spesi ogni anno, cioè i rimborsi che la nostra Regione deve dare per ricoveri e cure fuori.
Esiste anche una sperequazione tra regioni per esempio l’Emilia Romagna ha 15000 posti letto in più e 800 milioni in più della Puglia nel riparto del fondo nazionale.
Negli interventi dei presenti tra i quali il dott. D’Angelo, i sindacalisti Russi e Mangia, sono state evidenziate l’assenza di un piano organico di prevenzione sulla base di indagini epidemiologiche; le colpevoli carenze di personale nell’ospedale di San Severo, la necessità di dare stabilità e di internalizzare il personale sanitario.
Sia l’onorevole Menga che il consigliere regionale Conga hanno assicurato il massimo impegno per far si che l’ospedale Teresa Masselli Mascia svolga a pieno titolo il ruolo di punto di riferimento sanitario non solo per la città ma per tutto l’Alto Tavoliere.

MU. Attivisti 5 Stelle
AltraCittà San Severo

Altri articoli

Back to top button