Comunicati

L’ospedale di San Severo va migliorato, non declassato Martedì 13 novembre tutti in Consiglio Comunale

L’ospedale di San Severo è un presidio di importanza strategica e territoriale in quanto accoglie le utenze non solo della popolosa città ma di buona parte del Subappennino settentrionale  e del Gargano.

Infatti in base al D.M. 70 del 2015 è stato classificato come struttura ospedaliera di primo livello in quanto conserva reparti di eccellenza come l’unità emodinamica- coronarica.

Ma negli ultimi anni si sono registrate una serie di carenze strutturali e di personale che hanno determinato, in alcuni casi, disservizi, allungamento dei tempi di attesa, chiusura di reparti; tutto ciò potrebbe portare il nostro ospedale al declassamento.

in particolare ci sono  le seguenti criticità:

  • molti reparti lavorano con organico insufficiente;
  • c’è carenza di anestetisti, ortopedici, chirurghi, pediatri, di pneumologi e medici del pronto soccorso.
  • il pronto soccorsoinfatti è in una situazione molto critica proprio a causa del personale insufficiente, si creano lunghe file d’attesa in una sala nemmeno molto idonea per i pazienti; per esempio manca una sala rosa per le vittime di violenza.

Pertanto occorre:

  • espletareurgentemente i concorsi già previsti a gennaio da gennaio del 2017 e distribuire il personale in base alle reali esigenze di reparto;
  • potenziare il servizio di endoscopia digestiva (pazienti portatori di P.E.G.)
  • attivare la struttura di lungodegenza presso quella complessa di medicina interna (delibera del 9 gennaio 2018), il parto indolore, il centro del risveglio, il reparto di neurologia come previsto dal citato D.M. ecc.
  • Adeguare al più presto la cucina alle nuove esigenze come stabilito già dall’ex Direttore Generale.
  • Creare una mensa aziendale per il personale in servizio.

Ma anche le strutture territoriali necessitano di interventi: il centro di riabilitazione di via Leuzzi che non è adeguato e sotto organico di logopedisti e fisioterapisti  e il SERTche è privo di dirigenza.

Abbiamo sollecitato oltre un anno fa l’apertura del parcheggio interrato sotto il nuovo ospedale ma, al di là delle solite promesse, non è ancora fruibile.

Vogliamo inoltre  conoscere l’inventario dei beni mobili e immobili dell’ASL Foggia.

IL nostro intento non  è quello di fare polemiche ma di sollecitare i vari livelli di responsabilità (Governo, Regione Puglia, Direttore Generale dell’ASL FG, Comune di San Severo), ad adoperarsi fattivamente per migliorare la qualità e la quantità di servizi sanitari necessari alla popolazione in modo da evitare sofferenze, migrazioni verso altre realtà, il declassamento dell’ospedale di San Severo.

Da parte nostra abbiamo già l’impegno della nostra Portavoce al Parlamento Italiano Carla Giuliano e dei Portavoce alla Regione Puglia a sostenere le ragioni del nostro territorio e dell’ospedale di San Severo.

Perché è chiaro che un ospedale che opera in queste condizioni e con tutte queste carenze, anche strumentali: apparecchi elettromedicali che necessitano di manutenzione, riparazioni o sostituzioni; non può rendere un servizio ottimale.

Per tutte le ragionisinteticamente esposte,invitiamo i cittadini, le associazioni, il personale medico e paramedico a partecipare al consiglio Comunale tematico che si terrà martedì 13 Novembre presso la sala consiliare del Comune di San Severo.

 

AttivistiMoVimento5 Stelle -AltraCittà

San  Severo, 30  ottobre 2018

Altri articoli

Back to top button